domenica 14 ottobre 2007

L'invasione delle microcar


sopra: una micro car parcheggiata in ZTL

Le microcar sono piccole automobili con cilindrata 50 cc che, in Italia, possono essere guidate a partire dai 14 anni. Per la legge sono quadricicli leggeri, equiparabili in tutto e per tutto ai ciclomotori; possono quindi posteggiare nei parcheggi riservati ai motorini e nelle zone con parcometro non hanno l'obbligo di pagare il parcheggio.
Dalla loro introduzione sul mercato, nel 2002, hanno avuto un grande successo, sia tra i giovani che tra gli adulti i quali in genere le acquistano per avere garantito l'accesso alla Zona a Traffico Limitato. Come i motorini infatti, non necessitano di alcun permesso per entrare in ZTL. Questa regola vale anche a Roma, dove, si sa, per la grandezza della citta' e la difficolta' di circolazione tramite i mezzi pubblici, migliaia di persone circolano ogni giorno con il mezzo privato.
Ad aprile dello scorso anno, Repubblica riportava, che di 10.000 microcar vendute in Italia nell'ultimo anno, 1/4 sono arrivate a Roma dove fino a quel momento se ne potevano quindi contare 3500 circolanti.
A parte il mio personale desiderio di vedere in commercio delle vetture - e quindi in questo caso anche delle microcar- ecologiche come per esempio la Hi-CT della Toyota (nella foto piccola qui accanto) che utilizza la tecnologia ibrida, mi chiedo se sia giusto o meno farle circolare in ZTL. Oltre infatti ad inquinare ulteriormente l'aria della citta' - arrivata gia' a livelli di smog intollerabili - queste macchinette sottraggono parcheggi alle automobili 'normali' - e con regolare permesso- le quali, trovando meno parcheggi, sono costrette a prolungare in media la ricerca di un posto circolando piu' a lungo (ed inquinando di piu'). Se e' vero che il Comune di Roma sta cercando di diminuire il numero dei veicoli circolanti a Roma, (vedi articolo) continuare a lasciare libero accesso in ZTL alle microcar rischia di vanificare gli sforzi compiuti finora.

15 commenti:

Siamo Circondati ha detto...

Vietare l'ingresso delle microcar nella ZTL, con l'attuale normativa, non è possibile.

La soluzione è comunque molto semplice: equiparare le microcar alle autovetture piuttosto che ai motocicli. (Mi sembra che abbiano quattro ruote e degli sportelli, le moto solo due ruote e di solito sono senza riparo alcuno)

A parigi, questa estate, mi è sembrato che le microcar avessero la targa identica a quelle delle automobili. Se sono equiparate a motoicicli questo non lo so.

Martina ha detto...

Sarebbe corretto, bravo

Ma farebbe crollare le vendite delle microcar..(le case automobilistiche farebbero di certo pressioni per non fare passare questa modifica) tra l'altro i minorenni in quel caso non potrebbero piu' guidarle..o no?

manuele mariani ha detto...

sul mercato dal 2002 ?? ma io me le ricordo che c'erano anche nel 2000-2001 ed erano già di gran moda soprattutto tra i pariolini figli di papà..!

Martina ha detto...

Ciao Manuele e benvenuto sul blog.

Mi scuso se l'informazione che ho scritto non dovesse essere accurata, ma l'ho presa da repubblica.it per ora non ho trovato altre fonti.

Se cosi' fosse comunque significherebbe che le vendite di queste macchinette stanno veramente aumentando esponenzialmente..

manuele ha detto...

ciao Martina e grazie del benvenuto.
si, "le macchinette" ci sono da diversi anni. in italia sono arrivate per prime proprio a Roma se non sbaglio e sono state da subito il regalo più ambito di molti quattordicenni "pariolini" della roma bene.

Dadi ha detto...

Vado un po' controcorrente.
Secondo me invece ce ne sono troppo poche di queste microcar.
A fronte di un parco circolante di autovetture che è di oltre 1,3 milioni a Roma, parlare di 3.500 è come voler trovare il pelo nell'uovo.
Semmai costano un fottio e non inducono la gente (che non può o anche solo non vuole privarsi del mezzo privato) a lasciare la macchina (che inquina almeno 4 volte di più, che sia chiaro) e passare a queste automobiline leggere.
In senso generale, poi, sono contrario a qualsiasi costrizione e imposizione: perché privare a tutti i cittadini romani di poter circolare al centro di Roma? esistono romani di serie A e di serie B? quanti sono i residenti del centro storico che non si spostano con la macchina solo per entrare e uscire dalla ZTL, ma circolano liberamente -e spesso senza motivo- perché tanto loro sono autorizzati?(sono provocatorio, lo riconosco... lo sto facendo apposta :) )
Non credo infine che i produttori di questi mezzi siano (industrialmente ed economicamente tanto forti da indirizzare le decisioni dei governi, come accade invece per le major automobilistiche).

Martina ha detto...

Sondaggio a questo proposito su 06Blog

http://www.06blog.it/post/2552/sondaggio-ztl-off-limits-anche-per-le-microcar/

Anonimo ha detto...

apparte ke quello ke ha scritto martina è pieno di strafalcioni...le microcar nn sono entrate in commercio dal 2002 bensi da molto prima....e secondo non hanno motori da 50 cc....

poi mi dispiace per te ma sarebbe impossibile equipararle ad autovetture ora come ora....

Anonimo ha detto...

bravi fate andare i vostri figli in motorino...ve lo consiglio....poi vedrete

Anonimo ha detto...

ao ma ke ve state a n'venta!!!! io vojo continua a entra ar centro e poi ste makkinette so cilindrate 500 diesel. la mia e euro 3 quindi ce continuo a entra XD

Martina ha detto...

Cari ragazzi del forum di microcartuning.com,

Grazie della vostra partecipazione e dei vostri commenti.

Oggi è uscito un articolo a questo proposito su Leggo (pag 23), che riporta "cambio delle regole per la Ztl: pagheranno per accedere in centro anche le minicar".

Martina ha detto...

Segnalo un nuovo articolouscito in data odierna su Repubblica.

Interessante l'ultimo paragrafo:

Ci sono però anche altri aspetti, di cui nessuno parla, che fanno la fortuna delle microcar: con queste "auto" si sfugge alla patente a punti e, soprattutto, c'è la possibilità di guidarle anche quando il permesso di guida è stato revocato. Non a caso chi le usa nel 59 per cento dei casi è un ultra 50enne (solo il 5% ha un'età compresa tra i 16 e i 25 anni) e nel 48% dei casi è un pensionato: altro che macchinine da teen ager...

il comunista ha detto...

inanzitutto saluto tutti
sono un possessore di microcar e moderatore del sito microcartuning.com

inanzitutto non trovo cosa ci sia di sbagliato,le makkinette possono godere di privilegi per cui le macchine già ne possono usufruire
tengo a precisare che una microcar occupa molto meno posto di una normale vettura percui se quelle che entrassero a roma fossero solo microcar i parcheggi si aplierebbero in numero consistevole..
riconosco però che queste vetture non siano molto ecologiche anche se però dobbiamo considerare che la velocità media di una microcar è 55km/h perciò stiamo parlando di macchine poco potenti a fronte di mezzi potenti e molto più inquinanti,la colpa è delle case auto(micro)mobilistiche che tirano a risparmiare su soluzioni ambientali(anche perchè non hanno i budget di altri marchi automobilistici)e in ogni caso si possono trovare gli ultimi modelli che sono euro 3.

in quanto alle notizie da voi riportate ricordo che le microcar circolano da ben molto più tempo in italia
e poi voglio capire..tutto questo odio da parte della gente verso le microcar..cos'è invidia?
alla fine anche ios efossi un padre sarei più sicuro che mio figlio viaggi su una microcar che su uno scooter che oltre a essere più pericoloso è anche esposto a intemperie..
voi dite che le case dei quadricicli leggeri hanno tanta potenza da poter influenzare il governo italiano..quando c'è stato l'obbligo del patentito qualcuno ha fermato qualcosa?mi pare proprio di no

Martina ha detto...

l'ultimo commento mi era sfuggito..solo una nota: le microcar (secondo quanto mi ha detto un amico che ha un autosalone) sono pericolose, infatti sembrano macchine normali ma hanno una scocca molto piu' debole, pertanto basta una piccola botta che si ..accartocciano (con dentro il guidatore), personalmente se mio figlio volesse una microcar non gliela comprerei, secondo me è troppo rischiosa e a 14 anni non si ha ancora la maturità per affrontare il traffico.

I motorini sono ugualmente molto rischiosi in città, io opterei per un più sicuro autobus o metropolitana (o l'accompagnamento di mamma e papa')
:-)

MiglioraRoma ha detto...

Vorrei rispondere a Dadi:

Davide, se tutti i mezzi che circolano a Roma potessero entrare in centro storico il centro si bloccherebbe, per un semplice calcolo geometrico: prendi infatti un cerchio e fai dei puntini lungo la circonferenza (semplifico, scusami)..queste sono le macchine che da un punto della periferia vogliono andare in un altro punto..secondo te faranno il giro della circonferenza o passeranno per il centro? Il centro, ovvio (la distanza piu' breve tra due punti è la retta) quindi traccia tante rette che uniscano quei punti (un punto che va nel punto opposto) e vedrai cosa succede al centro, passano TUTTE da lì, da un posto ridotto di dimensioni ed ecco perchè- secondo me- è stata inventata la ZTL. Non è questione di serie A o B ma semplice calcolo logico-geometrico.
Non so se sia veramente così ma a me sembra sensato..
Ciao