venerdì 19 ottobre 2007

Salviamo la Selva di Paliano



La Selva di Paliano sta morendo (...) rifiuti ovunque, animali uccisi da cacciatori e bracconieri o fuggiti via ed in piu' la terribile scadenza del 30 ottobre 2007, data in cui l'intero territorio di circa 450 ettari verra', suddiviso in 31 lotti, venduto all'asta dal Tribunale di Frosinone.
Il frazionamento decreterebbe l'inesorabile fine di un territorio unico nei pressi di Roma, ricco di fauna e flora e visitato in quasi 30 anni di apertura da circa 9 milioni di persone tra cui tanti bambini.

Questo l'inizio della petizione che l'Associazione Grillo Parlante, che si sta battendo attivamente contro la divisione e la vendita in lotti di questo parco naturale, ha iniziato su Internet per la difesa della Selva di Paliano. Vi invito a leggerla, a firmarla e a farla girare tra i vostri amici.
La Selva aveva lanciato gia' nel 2003 il suo grido di aiuto, ma evidentemente non e' mai stata ascoltata. Il risultato e' stato il completo degrado, l'abbandono di questo splendido parco, fino al sequestro, fino alla situazione che viene descritta nel video di cui sopra.

E' assurdo che il Comune conceda lottizzazioni triple rispetto a quanto pagato, ad enormi centri commerciali e non muova un dito (una paglia, e' il caso di dire) per salvare i parchi naturali, le selve come quella di Paliano, per difendere quella che e', comunque, la nostra fonte di vita: la natura!
A Paliano, a due passi da Roma, vivevano gli struzzi, tantissimi uccelli, milioni di bambini hanno visitato e giocato in quella Selva (inclusa la sottoscritta) hanno avuto l'opportunita' di vedere da vicino animali liberi, inseriti in un habitat naturale.
Cosa e' successo? Perche' lasciamo che parchi come questo vadano in rovina e vengano magari svenduti a degli speculatori edilizi? Che livello di menefreghismo pervade ormai i nostri amministratori, coloro che dovrebbero avere a cuore le sorti del nostro terrirorio, dell'ambiente, della natura? Chi siamo diventati? Facciamo sentire la nostra voce a favore della Selva di Paliano. Chiediamo che non venga svenduta a pezzi ma che se deve essere venduta lo sia a qualcuno o a qualche ente che ne ripristini l'antico stato di parco naturale!
Se avete la possibilita' mandate un fax al Comune di Paliano (0775579961) o scrivete un'email a ufficiostampa@comune.paliano.fr.it per chiedere che la Selva non venga lottizzata.

Foto da Flickr e prese dal video dell'Associazione Grillo Parlante

18 commenti:

Gianluca ha detto...

Ma che vergogna!!!! non ho parole. Io non ci sono mai stato ma da quello che ho visto nel video doveva essere un posto bellissimo.

RAFFAELE ha detto...

Si può firmare una petizione sul sito www.petitiononline.com/SELVA/petition.html

Io ci sono stato più di una volta, a distanza di anni, ed era un posto bellissimo ma già l'ultima volta che ci sono stato sembrava un po' in decadenza. Era bello soprattutto per i bambini. Pare che dal 2003 fosse chiuso (io non ci sono stato dopo quell'anno).
Anche la Selva diventerà un altro di quei "monumenti alla miopia" di amministratori incapaci di proteggere e valorizzare i tesori del loro territorio?

Martina ha detto...

Grazie Raffaele, (il link è anche nel post, ma è sempre utilericordarlo, tra l'altro ho visto che le firme stanno aumentando velocemente)

Io ci sono stata da piccola, era bella, ho dei bei ricordi e mi piange il cuore a sapere che è stata abbandonata..

Scrivete, scrivete ai giornali (chiaramente io l'ho fatto ma se siamo in tanti è meglio)..fate circolare questo post o altri..

AssGrilloParlante ha detto...

Grazie dello spazio e del tempo dedicato alla questione Martina, e grazie a tutte le persone che ci sostengono visionando il filmato, o inviando le e-mail di protesta al Ministro dell'Ambiente tramite i links
http://www.assgrilloparlante.com
http://trattorialidillio.forumcommunity.net
o sottoscrivendo la petizione on-line(che in queste ore ha raggiunto quota 2600!!)
Noi dell'Associazione il Grillo Parlante non molliamo, domani stesso sono due gli appuntamenti importanti che ci aspettano: uno é il Consiglio Comunale che si svolgerà a Paliano alle 18,00 (siete tutti invitati), l'altro é un incontro che avremo in mattinata, ma mi riservo di scrivere in proposito due righe domani o dopodomani.
Grazie ancora dell'aiuto, un abbraccio a tutti.

Andrea Torcasio

Martina ha detto...

Caro Andrea,

Siamo noi che dobbiamo ringraziare te ed i tuoi associati per il lavoro che state facendo a difesa di questo parco. In questi giorni sto ricevendo molte visite a questo articolo (grazie a blogspot/google che indicizza sempre ottimamente i post)per cui sono felice se puo' avere aiutato questa causa. Se avete notizie o altre richieste postatele pure qui o anche su Romacogitans.
Ciao e in bocca al lupo!

Gianluca ha detto...

Ma come è finita?? ci sono novità sulla selva???

assgrilloparlante ha detto...

Importanti novità sono accadute nei giorni in cui non mi sono fatto sentire, e sinceramente non so proprio da dove iniziare.
Mercoledì 24 abbiamo avuto la possibilità di consegnare all'Ufficio della Presidenza della Regione Lazio copia delle 1400 firme cartacee raccolte in mesi di banchetti, passaparola e impegno da parte di tanti.
La disponibilità degli Assessori al Turismo e all' Ambiente ha portato alla tempestiva redazione di questo comunicato:

Avviata procedura per istituzione monumento naturale Selva di Paliano
24/10/07 - “LaSelva di Paliano è un patrimonio naturale indispensabile in una zona che è già provata dal punto di vista ambientale". Lo ha dichiarato Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio. “Entro la fine del mese – ha spiegato - andranno all’asta i lotti di terreno della Selva e non c’è alcuna certezza circa il fatto che questi territori rimangano a disposizione dei cittadini, come aree verdi. Si tratta di terreni che sono stati messi all’asta per ovviare a difficoltà gestionali della precedente proprietà”.“Queste difficoltà – continua Zaratti – però non possono essere un pretesto per ledere ulteriormente territori che già soffrono dal punto di vista ambientale. Per questo motivo il mio Assessorato ha iniziato una procedura di istituzione di un Monumento Naturale, per tutelare l’integrità di questi terrritori che sono a forte vocazione naturalistica”.

“Da molto tempo, infatti, - conclude Zaratti – i cittadini di un vasto circondario utilizzano questa zona per le loro escursioni e intere generazioni di ragazzi hanno imparato a conoscere la natura e gli animali proprio grazie e questi territori che anche per questa ragione devono essere tutelati con efficacia”.

(fonte http://www.regione.lazio.it )
Non vi nascondo la nostra soddisfazione.

Lo stesso giorno abbiamo partecipato al Consiglio Comunale, durante il quale abbiamo potuto assistere alla presentazione del piano di fattibilità della STU proposta dalla Giunta.
La STU (Società di Trasformazione Urbana) é un istituto di costituzione misto pubblico/privato, introdotto dalla legge 127/97 e recepito nell'articolo 120 del nuovo testo unico degli enti locali, che ha sostanzialmente il compito di acquisire (o espropriare) rivalutare e commercializzare immobili ed é finanziariamente organizzata in modo che il pubblico possa dirigere gli investimenti dei privati. Unita alla illustrazione per esteso delle mille attività e infrastrutture che la STU dovrebbe impiantare ne la Selva, a molti é sembrato un piano geniale che può risollevare le sorti della Tenuta.
Noi siamo ancora dubbiosi, e vi spiego in breve perché :

1- Non é stata fatta chiarezza sulle sue possibilità economiche della STU, sia in tema di acquisizione che in tema di esproprio, nonché sulla durata della sua attività nel tempo,alla fine della quale al pubblico rimarrebbe una piccola parte della proprietà, mentre il resto continuerebbe ad essere privato;

2- A nostro avviso la STU non é l'istituto adatto per porre quei vincoli di carattere ambientale che tutt'ora il territorio de la Selva non possiede, e non riesce ad impedire la frammentazione in più lotti voluta dal tribunale di Frosinone, questioni che se non risolte in maniera adeguata concederebbero largo margine di manovra, nei prossimi decenni,agli speculatori edilizi.

3-Perché proporre un piano di così ampio respiro (Parco Uccelli, Villaggio dello sport, campo da golf,scuola di musica, fattoria /azienda, addirittura un Villaggio Globale della Musica Digitale),proprio a due passi dal futuro Parco Tematico di Valmontone, di cui questo rischierebbe essere uno sfortunato e tardivo doppione? Perché tutti questi investimenti, quando un piano di impatto ambientale più tranquillo e sicuro sarebbe più opportuno, futuribile ed economico? E cosa dire dei 42000 metri cubi destinati all'edilizia residenziale?

Noi dell'Associazione il Grillo Parlante rimaniamo dubbiosi su proposte sicuramente interessanti ma che, a sei giorni dall'asta, rischiano di non trovare il tempo per le dovute precisazioni.
In ogni caso, l'interesse politico e mediatico suscitato negli ultimi giorni ci fa ben sperare e ci dà la forza per andare avanti nella nostra battaglia.
Grazie ancora a tutti voi che, in un modo o nell'altro, ci avete sostenuto e continuate a sostenerci: abbiamo bisogno di voi.

Andrea Torcasio

Associazione il Grillo Parlante - libera associazione onlus

www.assgrilloparlante.com
info@grilloparlante.com
assgrilloparlante@libero.it
http://www.petitiononline.com/SELVA/petition.html
http://it.youtube.com/watch?v=E_hWGEgVH7c

Martina ha detto...

Un grazie a Matteo Razzanelli ed Ecoblog che ha pubblicato un articolo sull'argomento.

Anonimo ha detto...

Soltanto oggi apprendo quello che sta succedendo o, spero di no, è già successo alla Selva di Paliano. Che tristezza e che vergogna vivere in questo miope Paese. Conosco benissimo la struttura, la ricordo fino al 2001,posseggo foto e filmati del sito perchè ci andavo regolarmente ogni anno con la mia scolaresca, un Centro di Formazione Professionale della periferia est di Roma, ricordo giornate di sole, la pace e la tranquillità impagabile di una struttura che con tranquillità e sicurezza ci riportava per un giorno ad un contatto più vero con la natura, cosa non banale per gente come noi, proveniente dalla vicina città. Spesso la gita alla Selva di Paliano si è rilevata come occasione utile per conoscere meglio i nostri ragazzi fuori dal contesto scolastico, spero che essi conservino con letizia il ricordo quelle giornate primaverili. All'interno del parco c'era, se non ricordo male, un piccolo anfiteatro,forse di epoca antica, butteranno giù pure quello?
Ma in mano a chi stiamo?
Saluti, Silvestro

Anonimo ha detto...

Ma poi come è finita?? Grazie...

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti sono sempre Andrea Torcasio.
Per chi chiedeva aggiornamenti sulla questione qui e su altri spazi del web pubblico questo testo che invito a fare girare tramite catene.
Grazie ancora Martina per l'aiuto e l'interessamento.

(10 - 4 - 2008)
Questa é una copia della lettera che l'Associazione "Il Grillo Parlante" ha inviato all'Assessore alle Politiche Ambientali della Regione Lazio Filiberto Zaratti,
chiedendo notizie sulla promessa Istituzione del Monumento Naturale, a pochi mesi dalla nuova seduta dell'Asta
(con i prezzi dei lotti ulteriormente in ribasso),preoccupati per il piano di riqualificazione della STU (Società di Trasformazione Urbana)
promosso dal Comune di Paliano che prevede circa 440mila metri cubi di cemento.
Per aiutarci potete inviare dalle homepage http://www.assgrilloparlante.com e http://trattorialidillio.forumcommunity.net
le mail di sollecito
e di protesta, già disponibili e pronte da inviare con un semplice click!
Diffondete il messaggio, continuiamo insieme a mostrare lo stato di
degrado de la Selva di Paliano http://it.youtube.com/watch?v=E_hWGEgVH7c ;
firmate la petizione online http://www.petitiononline.com/SELVA/petition.html che conta già migliaia di sottoscrizioni
e non smettiamo di difendere le piccole realtà paesaggistiche dall'abuso e dalla speculazione edilizia.
Lettera aperta all' Assessore Filiberto Zaratti
Onorevole Assessore Filiberto Zaratti,
chi Le scrive è Vittorio Lupicuti, Presidente de Il Grillo Parlante-Libera associazione Onlus con sede in Colleferro, provincia di Roma,
Associazione che negli ultimi anni tanto si è data da fare per impedire lo scempio dello smembramento in lotti della Tenuta de la Selva di Paliano.
Associazione, quella che mi onoro di presiedere, che ha sensibilizzato migliaia di persone mostrando la reale e
tragica situazione dell'Ex Parco Uccelli di Paliano e ottenuto altrettante adesioni tramite raccolte firme e petizioni online.
Alcuni mesi fa, grazie al nostro lavoro informativo e alla Sua attenzione, entrammo in contatto e ci fu una svolta epocale :
quella del 24 Ottobre 2007 è stata una data importantissima per tutti coloro che hanno a cuore la questione de la Selva di Paliano,
una giornata che ha visto i nostri sforzi finalmente coronati dall'intervento delle Istituzioni.
Ancora consultabile on line è il Comunicato da Lei firmato:
Avviata procedura per istituzione monumento naturale Selva di Paliano
24/10/07 - "LaSelva di Paliano è un patrimonio naturale indispensabile in una zona che è già provata dal punto di vista ambientale".
Lo ha dichiarato Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio.
"Entro la fine del mese – ha spiegato - andranno all’asta i lotti di terreno della Selva e non c’è alcuna certezza circa il fatto che questi
territori rimangano a disposizione dei cittadini, come aree verdi. Si tratta di terreni che sono stati messi all’asta
per ovviare a difficoltà gestionali della precedente proprietà".
"Queste difficoltà – continua Zaratti – però non possono essere un pretesto per ledere ulteriormente territori
che già soffrono dal punto di vista ambientale.
Per questo motivo il mio Assessorato ha iniziato una procedura di istituzione di un Monumento Naturale,
per tutelare l’integrità di questi terrritori che sono a forte vocazione naturalistica".
"Da molto tempo, infatti, - conclude Zaratti – i cittadini di un vasto circondario utilizzano questa zona
per le loro escursioni e intere generazioni di ragazzi hanno imparato a conoscere la natura e gli animali
proprio grazie e questi territori che anche per questa ragione devono essere tutelati con efficacia".
(Fonte www.regione.lazio.it )
Con grande orgoglio ebbi la fortuna di partecipare assieme a Lei ad un dibattito radiofonico che e' possibile ancora ascoltare sul web e,
felicissimo, la sentii ribadire il progetto di creazione del Monumento Naturale per la Selva di Paliano.
Sono trascorsi oramai sei mesi dal comunicato emesso dal Suo Ufficio,
e non è stato possibile ad oggi leggere alcun aggiornamento sulla questione Selva.
Né sul Sito della Regione Lazio né tramite Agenzie Stampa. Comprenderà quindi, ben sapendo che nel frattempo
continuano a tenere banco le vicende giudiziarie de la Selva e della Sua Proprietà,
nonché la promozione della cosidetta STU da parte dell'Amministrazione di Paliano
(mentre si fa sempre piu' ravvicinata la data dell'asta con le quotazioni dei lotti che probabilmente hanno subito un ulteriore ribasso),
le perplessità e i timori che tanta parte dell'opinione pubblica interessata ha cominciato a nutrire.
Ed è proprio per placare questi timori che Le chiediamo di informarci riguardo l'attuale stato delle pratiche
per l'Istituzione del Monumento Naturale, e di farci conoscere la data utile per l'ultimazione delle stesse.
Migliaia di persone, firmatarie delle nostre petizioni e nostre sostenitrici, attendono notizie certe
sul futuro di questo meraviglioso e unico territorio a due passi da Roma e confidano, come noi ,
nelle Sue promesse e nella Sua operosità.
Certi che saprà non deluderci, aspettiamo una Sua cortese risposta.
Cordiali Saluti
Vittorio Lupicuti
Presidente de "Il Grillo Parlante" Libera Associazione Onlus
Corso Filippo Turati 190b 00034 Colleferro (Roma)
http://www.ilgrilloparlante-onlus.info
info@assgrilloparlante.com
assgrilloparlante@libero.it

Martina ha detto...

Caro Andrea,

Grazie per l'aggiornamento.
Ho appea visto che Repubblica accetta segnalazini sull'ambiente a questa email: v.gualerzi@repubblica.it

Potreste mandare una lettera con tutti i documenti..

Anonimo ha detto...

io ci sono stata credo circa 30 anni fa... avevo 7/8 anni,era molto carino, si vedevano molti animali, c'erano zone dove poter fare picnic e giocare . non sapevo nulla di tutto questo, volevo portarci domenica mio nipote e due bambine danesi ... ho fatto una ricerca su internet e cosa scopro??? e' una vergogna questo paese fa schifo mi dispiace solo che pure mionipote non viva in danimarca!!!

Martina ha detto...

Si, anche io ci ero stata quando frequentavo le scuole elementari, ne conservo un bellissimo ricordo (oltre alle fotografie).

Purtroppo questo è quello che accade in Italia, attualmente (ed ecco perchè ho cominciato a pensare che forse l'unica strada per uscire da questo tunnel sia che le persone che tengono all'ambiente, alla legalità, ecc debbano fare spazio nella loro vita ad un maggiore impegno civico attivo, forse solo cosi' potremo contrastare le opere di quelli che stanno rovinando il nostro Paese!

Ciao e e grazie del commento.
Martina

Anonimo ha detto...

A che punto ci troviamo adesso? Io sono andata il 03/05/2009 ed era tutto chiuso con catene e luchetti.

Martina ha detto...

Non lo so, mi spiace, dovremmo chiedere all'associazione. I lucchetti non fanno ben sperare, però.

Vittorio ha detto...

La selva è salva!
Tutti gli aggiornamenti sul nostro sito (come vedete l'url è cambiato ma siamo sempre noi)!
http://www.ilgrilloparlante-onlus.info/notizie/settembre-un-mese-importantissimo-per-il-grillo-parlante

Anonimo ha detto...

che tristezza ci sono stata con i miei figli da bambini e adesso ci volevo portare mia nipote!