venerdì 4 gennaio 2008

Auditorium: gli alti stanno scomodi

Una poltrona nella Sala Santa Cecilia dell'Auditorium

Un consiglio pratico per tutti gli amanti della musica sinfonica che vogliano assistere ad un concerto all'Auditorium Parco della Musica: se siete più alti di 1 metro e 70 cercate di prenotare un posto in una prima fila. In caso contrario, infatti, farete probabilmente la stessa esperienza del mio accompagnatore (alto meno di 1.80 m.) che è stato scomodo per tutta la durata del concerto.
Peccato che nella costruzione di questa grande struttura non si sia data sufficiente importanza alla comodità degli spettatori.

8 commenti:

manuele ha detto...

e renzo piano è considerato un grande architetto..!?? ha fatto 3 scarafaggi (ci sono voluti 6-8 anni)e neppure allo spazio tra una fila e quella difronte ha pensato..! io avevo notato fin dai david di donatello del 2003 (trasmessi in tv) che quelle file erano troppo appiccicate l'una all'altra !
sempre la solita "speculazione"... sfruttare al massimo (a scapito della qualità e della comodità) lo spazio disponibile! che tristezza!

Martina ha detto...

concordo, caro Manuele.

Non solo, ma se devo essere onesta nemmeno la tanto decantata acustica dell'Auditorium mi è sembrata buona..non so cosa ne pensino gli altri..

RomaCogitans ha detto...

Vabbè per le proporzoni da nanerottoli, ma a qualcuno è mai venuto il dubbio sulle qualità acustiche dell'Auditorium?!?! Sono pochi ad avere il coraggio di dire che la musica si sente MALE! Certo, meglio che i rimbombi al Palaeur, ma l'impianto di amplificazione (quando usato) è una chiavica! E la musica non arriva mai "pulita", in ogni caso...

Politici ed architetti, stessa razza: sono solo innamorati di sé stessi...

Martina ha detto...

e siamo due (tre con mio padre che in realta' e' stato lui a farmi notare questa cosa l'ultima volta che eravamo all'Auditorium insieme)

qualcun altro?

RondoneR ha detto...

Cara Martina, torno ora a Roma per dirti che da quando vado all'Auditorium so che che la sua acustica fa schifo...

Esteticamente poi, non ne parliamo. E quei neon...tipo aeroporto. Che tristezza. E' chiaro che, nonostante il nome, Piano di musica non capisca una sega.

Anonimo ha detto...

io sono alto 1.87, sono andato all'auditorium decine di volte, in tutte e 4 le sale... scomodo scomodo non lo sono stato mai, a livello di un buon cinema. non avendo esperienza su altre sale da concerto non posso però esprimermi sulla bontà del progetto.

Raymond ha detto...

Anche io ho rinunciato ai bellissimi concerti per la ristrettezza di spazio: non si può andare ad un concerto e contare i minuti perchè finisca presto. Non solo le gambe, ma anche i piedi soffrono di quello spazio mal congegnato, per non parlare per l'ampiezza delle poltrone e l'assoluta inutilizzabilità delle prime file in galleria, dove l'unica cosa che si vede è il corrimano della balaustra. La solita roba all'italiana: dall'esterno, sembra una gran opera d'arte, ma dentro fa pena.

superpepper ha detto...

E vai ! Assolutamente d'accordo !