mercoledì 19 settembre 2007

La Tommiricci risponde

sopra: mini-vela a P.zza S. Silvestro (immagine dal sito Tommiricci.com)

Nel nostro post del 6 agosto u.s. abbiamo ricevuto il commento della ditta Tommiricci srl, che è quella che allestisce a Roma le Ape-car, o mini-vele, pubblicitarie per varie aziende. Ve lo riportiamo di seguito:

"Complimenti per l’ iniziativa, amiamo i blog come strumento di espressione democratica.
Volevamo precisarvi che siamo perfettamente in regola, per il nostro operato abbiamo autorizzazione da tutti gli organi competenti, i quali, all’ inizio dell’ attività, ci hanno controllato innumerevoli volte.
Stimiamo e ammiriamo chi come voi promuove la civiltà, anche se “Ma io gliele brucio“ come cita il post sopra, non ci sembra un messaggio di civiltà, anzi, tutt’ altro !
Non ci sembra di aver degradato Roma, anche perché abbiamo 24 mezzi, e i posteggi per motorini sono 26.000, inoltre i degradi di Roma sono ben altri.
Ci sembra anche di aver fatto un’ ottima operazione con l’iniziativa “Ape Art” for Save the Children, sensibilizzando i giovani a non scrivere sui muri, in quanto a nostro avviso le scritte sui muri sono degrado !
Ma questa notizia forse non l’avete letta perché impegnati a fotografare una frasca davanti alla fermata dell’ autobus, che sicuramente facevate prima a tagliare che a fare la foto ! Ma un antico proverbio dice: “chi sa fa’, chi non sa insegna”… forse eravate impegnati a mandare mail anonime.
Il mondo e’ bello perchè vario, se a voi non piace quello che facciamo siete liberi di contestarci, come noi siamo liberi di contestare chi fa dei blog e pubblica messaggi anonimi su forum registrati all’ estero con frasi come “Ma io gliele brucio” e inoltre dà degli illegali a noi quando forse gli illegali siete voi, ma di questo parleremo nelle sedi competenti.
p.s.
- la prossima volta firmatevi,
- l’operazione ape art ha già dato 2000,00 euro a Save the Children ed e’ autofinanziata.

Tommiricci srl"

Abbiamo risposto come segue:

Gentile Anonimo della Tommiricci srl,

Siamo contenti di aver stimolato una vostra risposta, se non -per ora- una rimozione degli "Ape" (come promessoci dalla Polizia Municipale).
Precisiamo che Miglioraroma è responsabile solamente di articoli (o dei commenti) firmati "miglioraroma" o "Martina", tutti gli altri sono scritti dai lettori (cittadini romani e non) che sono liberi di esprimersi come vogliono. Il commento "io gliele brucio", comunque, non appartiene a questo blog, né è stato qui postato da alcuna persona (in genere le argomentazioni ed i commenti dei visitatori di Miglioraroma sono decisamente più articolati e meno aggressivi di quello da lei citato), mentre mi sembra di averlo visto su un altro Blog, tenuto da altre persone, pertanto non è attinente a Miglioraroma.

Sulla legalità dei vostri mezzi tutti noi dubitiamo per due ragioni principali:

1) Il Ministero dei Trasporti Italiano ha scritto:

"[Per ] i ciclomotori a tre ruote sebbene possano essere adibiti, a norma dell’art.52 del Codice della strada, anche al trasporto di cose, non è prevista la classificazione quali veicoli per usi speciali. Pertanto, non si ritiene ammissibile l’allestimento ad uso pubblicitario”.

2) Ove segnalata la presenza dei Vostri mezzi nel centro di Roma, ci è stato risposto dalla Polizia Municipale (per iscritto) che tali mezzi erano stati SANZIONATI e ove possibile RIMOSSI, confermando in questo modo la loro illiceità!

Per quanto riguarda i posti per i motorini: sono sicuramente quelli che lei scrive, ma questo numero va confrontato con il numero di mezzi a due ruote circolanti a Roma!!

Come abbiamo già scritto, in un'intervista del 2005, infatti, l'Associazione Nazionale Ciclo Motociclo ed Accessori, denunciava che la Capitale vanta il parco circolante su due ruote più elevato d'Italia: 367 mila targati e circa 400 mila ciclomotori, per un totale di 767.000 mezzi (escluse le biciclette). Nello stesso periodo, l’assessorato alla Mobilità di Roma rendeva noto che il numero dei relativi parcheggi era circa 21.000.
Quindi i parcheggi per le due ruote erano nel 2005 pari al 2,7 % dei relativi mezzi circolanti [escludendo le biciclette!].

Non crediamo che i circolanti siano diminuiti, e dato che i posti di parcheggio sono rimasti pressoché gli stessi, capice da sé che l'inizio di una possibile tendenza di 'usurpazione' da parte di altri di questi pochi parcheggi vada combattuta.

Per finire, ci fa piacere che siate attivi in beneficienza ma ci viene comunque da dubitare che, se le informazioni in nostro possesso sono corrette, ci sia comunque qualcosa che non va in tutta questa storia.

Perchè non affittate dei cartelli pubblicitari normali? Gli "Ape" se hanno le ruote devono circolare, no? (almeno cosi' si fa negli altri paesi)

Dimenticavamo: quando scrive "forse non l’avete letta perché impegnati a fotografare una frasca davanti alla fermata dell’ autobus, che sicuramente facevate prima a tagliare che a fare la foto!"
Anche qui avete fatto confusione con un altro Blog (forse "Degrado di Roma"?).
Noi qui non fotografiamo alcuna frasca e comunque i cittadini non devono andare in giro a tagliare gli alberi della città, mentre è giusto segnalare quello che non va agli Amministratori.
Non spetta a noi fare i giardinieri (ma tenere pulito, comportarsi secondo le regole e segnalare disservizi ed illegalità).

Comunque, ribadiamo, vi siete confusi con un altro Blog. Qui non ci sono foto di frasche (almeno finora).

Saluti.

6 commenti:

SiamoCircondati ha detto...

Martina: Colpito ed Affondato !
Credo che MrTommiRicciCapricci abbia un tantinello la coda di paglia (...e parecchie conoscenze in campidoglio).

Martina ha detto...

MiglioraRoma + Degrado Esquilino + VignaclaraBlog + 06Blog (e ditemi se dimentico qualcuno) vs. apette: 1-0

però aspettiamo la rimozione per cantare vittoria

Precisiamo che non è contro la Tommiricci in sé che lottiamo ma contro tutte le vele e mini vele pubblicitarie. Le mini-vele su ape car in particolare dal momento che sono illegali.

Michele ha detto...

Tommi Ricci ha preso fischi per frasche. Ma sostiene di essere autorizzata. A questo punto delle due l'una: o la Tommi Ricci mente o mente la Polizia. Niente di meglio di un bell'esposto per dirimere la controversia. Mi accingo a redarlo.

Anonimo ha detto...

Ottimo lavoro martina, continua così. Ti ho linkato nel mio blog

Costantino

Anonimo ha detto...

scusate...io ho appena omologato 20 api pubblicitarie e sto per venire a roma.... solo per ricordare ai titolari di questo blog che l'italia è una repubblica fondata sul lavoro e fare il venditore di api pubblicitarie non è illegale. pago le tasse (quelle sulla circolazione quelle sull'affissione e le tasse sul reddito) . quindi se io circolo con le mie api omologate avendo pagato le tasse che dovevo pagare e le parcheggio senza intralciare il traffico pagando semmai anche il parcheggio mi domando sinceramente cosa abbiano da dire gli organi di polizia e/o i vigili.... con una mano lo stato incassa soldi da chi lavora e intraprende e con l'altra ti requisisce i mezzi? non credo sia possibile... in russia forse o in cina.... ma in italia mi pare difficile... mi dispiace per i redattori del blog che propongono addiritture "di chiudere alla fonte le aziende".... mi dispiace veramente ma in questo paese il lavoro è libero e io con questa apette ci intendo lavorare e mangiare io e i miei figli.... come voi lavorate e vi esprimete liberamente nel vostro blog. Io lavoro e mi eprimo liberamente con le mie apette! bye bye e a presto per le vie di roma!

Martina ha detto...

Non solo sono daccordo che il lavoro è sacro, ma le dico di piu': io spesso mi trovo ad aiutare persone (anche sconosciute) nella ricerca del lavoro (senza alcun fine di lucro, ma solo perchè io il lavoro me lo sono sempre trovato da sola e credo di avere quindi una certa esperienza che mi a piacere condividere con persone piu' giovani, per esempio)

A parte questo, tornando alle api, il problema caro signore è che pare che i mezzi 50 cc, quindi anche le apette 50 cc, non si possano usare per fare pubblicità, questo almeno secondo la legge italiana.

Come lei o altri siate riusciti ad omologarle con delle mini vele sopra secondo me rimane un mistero.

Pero' se lei dice che gliele hanno omologate cosi' con le vele sopra allora o è un errore dell'omologatore (chi le omologa, la motorizzazione? sono ignorante, scusate) o la Motorizzazione ha diffuso informazioni sbagliate (che appunto ci sono arrivate e confermate anche dalla Polizia Municipale di Roma).

Io non ho nulla contro i lavoratori onesti, ma con chi viola le leggi si (ho i miei difetti :-) anche se comunque rimane la mia personale avversione per dei mezzi che occupano la strada e gli insufficienti posti parcheggio motorini esclusivamente per fare pubblicità (quando esistono tanti mezzi per farla in maniera meno invadente)

Cordiali saluti,

Martina