venerdì 24 agosto 2007

La (non) pulizia delle strade


Prendo spunto da una lettera che è arrivata da una residente del quartiere Appio-Tuscolano, per affrontare una nuova tematica, almeno per questo Blog: il lavaggio delle strade e le sue problematiche.

"Buongiorno,

Abito in via Manlio Torquato, ogni mattina mi sveglio e affronto il mio impegno quotidiano, il lavoro direte voi, prima ancora il solito slalom che mi tocca fare tra escrementi, cartacce e immondizie varie che giacciono sotto casa mia, lungo i marciapiedi e sui marciapiedi del mio quartiere, parlo del quartiere appio tuscolano tra colli albani e furio camillo.
Mi chiedo dove sono ad Agosto gli operatori ecologici dell’Ama? Scompaiono, vanno in ferie in massa? E il resto dei mesi perché si limitano a togliere solo le carte più grandi senza buttare un occhio e operare anche intorno alle macchine dove si accumulano cartacce o alla base degli alberi? insomma….non possono mica pulire pensando di nascondere la polvere sotto il tappeto…..anzi dietro le macchine. Insomma chiedo solo all’Ama che i suoi operatori operino con maggiore attenzione e che operino anche ad Agosto.
Grazie
Anna Maria"

Negli Stati Uniti - e probabilmente anche altrove- le strade vengono lavate completamente in particolari giorni della settimana (nell'immagine vedete un segnale stradale di Hoboken, NJ, notate come nei loro cartelli vi sia anche la menzione della pena per chi non rispetta il precetto) in quanto, in quei giorni, è proibito parcheggiare in quelle strade e le macchine puliscono quindi agevolmente tutta la strada. Questo avviene anche a Milano, ma, a quanto si è letto recentemente, l'Amsa, l'analoga della nostra Ama, eliminerà entro il 2008 l'obbligo dello spostamento delle auto per consentire lo spazzamento delle strade. Questo a causa dell'inosservanza delle regole da parte dei cittadini: solo nel 2006, infatti, a Milano sono state elevate 230.000 multe per divieti di sosta relativi alla pulizia delle strade. La pulizia verrà invece garantita da una macchina speciale dotata di un braccio estendibile, che può muoversi anche sotto le automobili.
Pensiamo a come vanno diversamente le cose in Paesi diversi: se in alcuni Stati non segui una regola ti multano finchè te la fanno seguire per forza. Qui in Italia, invece, se non si segue (in tanti) ..una regola, si cambia la regola! Certamente occorre spezzare una lancia a favore dei cittadini motorizzati delle nostre metropoli (e contro le Amminsitrazioni che non si muovono mai abbastanza per aumentare i parcheggi o i mezzi pubblici), in quanto le nostre strade sono sempre strapiene di automobili e trovare nuovi parcheggi, anche se solo in alcuni giorni, è complicato. A Roma non sarebbe praticabile, con il numero di automobili che circolano..e sostano (anche se queste macchine a braccio estendibile forse potrebbero essere utili anche a noi).
La cosa che invece mi lascia più perplessa è la soluzione scelta, visti anche i costi che questa soluzione avrà per i Milanesi stessi. Due milioni di euro l'anno è il costo del servizio di pulizia strade a Milano. Circa 10 milioni dovrebbe essere il gettito dalle multe per divieto di sosta relative alla pulizia delle strade stesse..diciamo che economicamente stava in piedi. Invece acquistare le nuove macchine pulitrici costerà altri sei milioni di Euro (e siamo a - 8) inoltre verranno a mancare gli introiti delle 230 mila multe per divieto di sosta (e saremo, o meglio saranno, a -18 milioni), in sintesi oggi il Comune incassa 8 milioni di Euro, dal 2009 ne perderà 18. Questa decisione sarà costata 26 milioni di euro. Ma per i voti questo ed altro no?

3 commenti:

Romanostalgica ha detto...

Bello il tuo blog! E gli argomenti si allineano a quelli del mio blog, percio' ti aggiungero' ai miei preferiti!
Ti segnalo il mio blog:
http://nelnomedelpopoloromano.blogspot.com/

Martina ha detto...

Ciao,

Benvenuto e grazie per il commento.
Auguri per il tuo Blog e teniamoci in contatto :-)

Martina

claudio ha detto...

la (non) pulizia delle strade è figlia del fatto che l'AMA ha concordato con il Comune di Roma un preciso calendario per lo spazzamento delle stesse in base al quale alcune strade vengono pulite addirittura una sola volta al mese per cui, il giorno successivo all'avvenuta pulizia, basta un incivile proprietario di cane, un maleducato che butti per terra il pacchetto di sigarette, un po’ di volantini sul vetro delle auto, il “ponentino” biricchino che fa svolazzare fogli e cartacce ed il gioco è fatto, la strada è di nuovo sporca. Per conoscere quando viene spazzata la vostra strada cliccate sul link alla relativa pagina del sito AMA contenuto al termine di questo articolo : http://www.vignaclarablog.it/lama-non-ama-vigna-clara/