giovedì 3 maggio 2007

Campane traslocatrici?



A Roma non c'e' rispetto nemmeno per le campane della raccolta differenziata.
Guardate l'adesivo che ha attaccato questo traslocatore maleducato su tanti bidoni del riciclo di carta e plastica (e chissa' su quanti altri ancora). Mi verrebbe voglia di chiamarlo [di notte] e mandarlo a...
Parlando qualche giorno fa con l'AMA, l'impiegato mi ha detto che gli hanno fatto molte multe (mah..) ma lui continua imperterrito.
Si vede che non le paga!! Sequestrategli la casa! fatelo smettere, ci sara' un modo. Fategli 50.000 Euro di multa...non so.
Mandiamogli tutti un sms con scritto: "Maleducato, togli i tuoi adesivi dalle campane dei rifiuti!"
Si accettano altre idee...

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Si, sto maiale si meriterebbe di essere sommerso dagli sms e da telefonate di insulti. Alfonso

Dadi ha detto...

Non si legge bene, ma si sa che orario fa'?
I joke, naturally ;-)
Però quel povero cristo (perché certamente un robivecchi non naviga nel lusso) potrebbe anche risponderti: a bella, devo pure lavorà.
Con questo non voglio certamente dare alcun giustificativo, ma forse è un male minore in un mare di m... Hai presente, per rimanere in tema, le affissioni in periodo elettorale? e sicuramente saprai che non vengono mai autorizzati dal Comune che poi provvede (a carico del contribuente) alla rimozione e commina una multa al candidato (che però, quando paga, lo fa' con le casse del partito che sono state sovvenzionate dal finanziamento pubblico: e Pantalone paga).
Però è anche vero che dalle piccole cose nascono i grandi movimenti.

Martina ha detto...

Dadi, mi spiace se il traslocatore è povero ma sinceramente non è giusto sporcare la città con i propri adesivi e addirittura metterli al posto dei pannelli che indicano cosa posso introdurre nei bidoni della differenziata! Bisogna avere rispetto per la cosa pubblica perchè è di tutti. Se lui vuoile attaccare i suoi adesivi lo fa sul suo bidone di casa oppure compra gli spazi sui giornali, si fa un sito internet, non so..ci sono tanti modi ma perchè deve deturpare le campane dei rifiuti? Gia' la gente non la fa la differenziata, se gli elimini pure il cartello che dice cosa mettere nei bidoni.. Sui partiti idem, mica dico lui si e loro no..chiaro. Io direi di alzare per tutti le multe. 5.000€ se attacchi 1 tuo adesivo commerciale (o politico) o se fai scritte sui muri, 10.000€ la seconda volta, e la terza te ne vai in prigione per 1 mese. Come si fa in certi paesi esteri, piu' civili. Poi vedi come smettono, altro che i 200 euro dell'AMA (quant'è ? l'avevo letto, non ricordo, ma è una somma ridicola e per quelle somme nessuno si mette a fare il..recupero crediti!)

luciano ha detto...

La cosa piu' bella e' che Ualter (il nostro amato sindaco) si e' indignato per le scritte sui muri ... peccato che dopo decine di anni di scritte impunite se ne sia accorto un po' tardi ..... magari prima o poi si accorgera' anche di aver deturpato via Veneto e limitrofe !!!!

Martina ha detto...

indignarsi va bene secondo me, caro Luciano, pero' poi bisogna fare qualcosa, altrimenti che ce ne facciamo della sua indignazione se rimane lì? Io sono daccordo con chi dice "meno feste e piu' soldi per (ri)pulire Roma"...(ma lo dice qualcuno? mah..)

Anonimo ha detto...

Ciao Martina mi piace molto il tuo piglio e soprattutto la tua di segnalare, e quindi informare, proponendo soluzioni.
Sono troppi gli indignati (io li chiamo i linciatori) che poi pero' non fanno nulla (dicono che tanto non serve).
Credo comunque che serva la Tolleranza Zero (che non significa spararare) verso chiunque quindi sia verso chi etichetta abusivamente i secchioni dell'immondizia, sia verso quelli (agenzie immobiliari) che imbrattano abusivamente i muri di cartelli di vendita, proprio su questo argomento prossimamente pubblichero' un post sul sito ZonaLais che come il tuo nasce per segnalare, informare e soprattutto mobilitare le persone a fare e non solo a protestare.
Ciao
ZonaLasi
http://zonalais.altervista.org

luciano ha detto...

Ciao Martina,
il problema piu' grande e' che in alcuni casi sembra di lottare contro i mulini a vento ... Roma non deve essere ripulita .... basterebbe non sporcarla.

Ciao
Luciano

Martina ha detto...

ragazzi, non bisogna perdere le speranze, la fuori ci sara' pure qualcuno che la pensa come noi..basta trovarlo (sperando nel plurale) e magari unirsi..l'unione fa la forza, si dice, no?

Anonimo ha detto...

Gli ho mandato cinquanta sms oggi. Domani altri cinquanta. Non bado a spese. Alberto