venerdì 25 aprile 2008

Non gettiamo l'olio nel lavandino

.. perchè è molto inquinante (ed è proibito dal Decreto Ronchi)!

Riprendo un post di Superbisco del 22 aprile scorso:

"In occasione dell’Earth Day 2008 ho pensato di pubblicare un piccolo suggerimento quotidiano, in virtù del fatto che proprio domenica mi sono preparato delle cotolette di mare fritte e dorate. Sapete dove buttare l’olio della padella dopo una frittura fatta in casa? Sebbene non si facciano molte fritture, quando le facciamo buttiamo l’olio usato nel lavandino della cucina o in qualche altro scarico, vero ? Questo è uno dei maggiori errori che possiamo commettere. Perchè lo facciamo?…
Semplicemente perchè non c’è nessuno che ci spieghi come farlo in forma adeguata. In realtà la cosa migliore che possiamo fare è aspettare che l’olio si raffreddi e poi collocarlo in alcune bottiglie di plastica o di vetro, o barattoli di mayonese o marmellate, chiuderli e gettarli nella spazzatura. Alternativamente potete portarli ad un centro ecologico, come suggerito da Salvatore dei Grilli Mantovani.

Un litro di olio contamina circa un milione di litri d’acqua, quantità sufficiente per il consumo di acqua di una persona per 14 anni.

Invia questo suggerimento ai tuoi amici, l’ambiente ti sarà molto riconoscente (e io pure).
PS. Eco-rec propone una sorta di recupero di questo olio vegetale, da utilizzare come biodiesel. L’idea è più seria di quanto si possa pensare, visto gli ormai attuali aumenti dei frumenti."

Grazie Bisco, continua così!

Immagine da Physsissrl.com


8 commenti:

fabio ha detto...

Basta!Non ce la faccio più, Martina, di vedere questo olio che si va a perdere...

ZonaLais ha detto...

Ci preoccupiamo, giustamente, di fare informazione sulla raccolta differenziata, sui neon, sull'olio.

Poi passeggiando per il quartiere vedi che c'e' gente (meccanico) che usa tranquillamente in strada prodotti chimici (chissa' se sono peggio dell'olio ?) per rimuovere la vernice dal telaio di una vecchia vespa, gente che lascia in giro le batterie esauste, quelli delle affissioni che puliscono i pennelli con la colla sull'erba a bordo strada...
"... non farti cadere le braccia..."

Martina ha detto...

ragazzi, certe volte mi viene da dire che siamo veramente un paese da terzo mondo..
:-(

Anonimo ha detto...

Sì, ma ognuno di noi può fare qualcosa, è anche a Roma esiste un centro di raccolta per l'olio usato, è vicino a Rebbibia, che sicuramente per tanti è lontano, ma noi ormai raccogliamo le bottiglie tutti quanti nel nostro gruppetto e ci va uno alla volta, così capita forse ogni 6 mesi! DIAMOCI DA FARE!!

Armando ha detto...

smaltire l'olio di frittura ECOLOGICAMENTE
Come ? direte voi: NON buttandolo nel lavandino ! NEMMENO NEL CASSONETTO !
Ma versandolo in una bottiglia e versandolo nel contenitore degli oli esausti del proprio benzinaio o meccanico.
Un litro di olio contamina circa un milione di litri d’acqua, quantità sufficiente per il consumo di acqua di una persona per 14 anni.

EcoSeekr Italia ha detto...

ciao, nel nostro blog parliamo appunto di olio vegetale, di come recuperarlo, di come rigenerare il biodiesel e molto altro ancora. Ti lascio il link, se vuoi inseriscilo pure nel tuo articolo, grazie:

Olio Vegetale

Martina ha detto...

Grazie!

Martina ha detto...

@ EcoSeekr: se fate un banner del vostro sito e mi mandate il codice che rinvii al sito appunto posso metterlo sulla home - sapete dove sono le isole ecologiche a Roma?