martedì 10 febbraio 2009

Vivere a Roma: ogni giorno una battaglia..

O anche più di una! Questo credo che possa essere il motto di un cittadino qualunque che vive nella nostra amata (e talvolta odiata) Capitale.
Sì, perchè sempre più spesso ogni volta che si mette il piede fuori casa ci si imbatte in una marea di cose che non vanno, che ostacolano quello che si deve o si vuole fare, che ci fanno ritardare, faticare e - dentro di noi- imprecare! Cose che potrebbero essere migliorate, aggiustate, rifatte, fatte meglio e via dicendo.
Personalmente ogni volta che mi capita una disavventura mi chiedo: "se dà fastidio a me, non dovrebbe fare lo stesso effetto anche ai 2 milioni e 700 mila miei concittadini -oltre a tutti i turisti italiani e stranieri che circolano in città-? Come mai allora questo problema o mal funzionamento non si risolve?"
Perchè non possiamo trovare le strade pulite come in ormai quasi tutto il mondo civile occidentale? Camminare senza paura di pestare deiezioni canine o che dai mucchi di rifiuti accatastati agli angoli dei vicoli non sbuchi una pantegana...Uscire, magari per andare a fare la spesa, con un passeggino senza doverci preoccupare dell'accessibilità di negozi o mezzi pubblici, se non siamo per forza in macchina o ..bipedi in piedi, appunto?
Quanto tempo bisogna aspettare per la riparazione di una scala mobile, per giunta quella che evita la salita a piedi dalla Galleria sotterranea di Villa Borghese - in cui vi sono supermercati,(uno), parcheggi e metropolitana - a Via Veneto? Quante donne con passeggini avranno già mandato maledizioni contro chi non ha ancora provveduto a fare riparare questo guasto..mentre li trascinavano a forza su per le scale come la sottoscritta? Non parliamo di chi è disabile..ci vorrebbe un ascensore (funzionante).
I funzionari di Metroroma (o chi altro gestisca queste scale mobili) non sentono spesso un fischio alle orecchie?

AGGIORNAMENTO DEL 27-2-09: la scala mobile è stata aggiustata (Alleluja!)

11 commenti:

manuele mariani varese ha detto...

consolatevi, succede anche nella ExpoNenziale Milano:
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=327421&PRINT=S

Martina ha detto...

che vergogna..(grazie)

Anonimo ha detto...

Non me lo dire, ogni giorno combatto con barriere architettoniche, automobilisti incivili e vigliacchi, vigili urbani inerti e lassisti etc etc
Le citta' purtroppo sono a misura d'automobile, i bambini non votano e le case automobilistiche devono vendere ed ecco i risultati...

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Tieni duro carissima!
Il mio ora ha 7 anni, ma a forza di caricarmi lui e il passeggino su e giù per le scale/autobus/metropolitane/marciapiedi bloccati e vare... ho fatto dei muscoli che neanche quando insegnavo karate!!
La battaglia contro il degrado e l'inciviltà e quotidiana, ma non molleremo mai! Ora più che mai per i ns figli!!

Ceska

Anonimo ha detto...

Le ultime battaglie sono state vere e proprie DISFATTE.

Ormai all'orizzonte il laido bananas sghignazza trionfante:
ORMAI E' PERSA LA GUERRA !

(Se ci si rassegna si soffre meno, credimi)

Anonimo ha detto...

Ovviamente ero io raggiante di ottimismo dopo i recenti sviluppi dell'orrore italico più falso e violento (foto di noto Ministro forzitaliota che "piange" per Eluana, "consolato" da altro bananas)
AVE caiofabricius VALE

Anonimo ha detto...

@Fabricius
La speranza sono i ns figli a cui stiamo trasmettendo senso civico e responsabilità.
Una piccola speranza me l'ha data proprio il mio pargolo l'altro giorno che se n'é uscito candidamente che da grande vuole fare il Presidente della Repubblica e fare le leggi buone (non vi sto ad elencare nel dettaglio, é andato avanti a spiegare per un bel po').
Non sapevo se piangere o ridere, per un attimo mi sono chiesta "Sarà il futuro Obama italiano?"
Una cosa é sicura, qualcosa di buono farà, anche solo trasmettere i valori alle future generazioni.

Ceska

Martina ha detto...

grazie Ceska, terro' duro, chiaramente..anche perché la scelta dell'arrendersi non mi garba troppo :-)
ps anche io da piccola volevo fare il Presidente della Rep. eheh..

Monica ha detto...

Quando i soldi disponibili vengono sprecati o rubati, restano pochi soldi per riparare scale mobili, ascensori (vedi quello di Piazza di Spagna sempre rotto) e similari. Rassegnati.

Anonimo ha detto...

vivo da 7 anni all estero e adesso per motivi di lavoro mi trovo costretto a tornare a Roma citta dove ho passato la mia infanzia , ma sono a dir poco terrorizzato. Dopo anni vissuti in una megalopoli come hong kong dove tutto funziona alla perfezione la macchina nn la vuoi vedere neanche in foto , e la gente e tutta educata e disponibilissima ogni volta che torno a Roma e non solo vedo che non migliora ma che addirittura stiamo peggiorando lo sconforto mi attanaglia.

Quindi e giusto chiamarla la citta eterna dove le cose per lo meno non migliorano mai !

Anonimo ha detto...

Di seguito denucia/esposto prodotto alle Autorità a seguito di nuovo ementi criminosi che accadono oramai quotidianamente nella zona.

Distinti saluti.

CDQ Nuova Ponte di Nona
il Consigliere e Tesoriere
Dott. Francesco GARGIUOLI



Comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona
Via G. Matté Trucco n.172
00132 – Roma
Prefettura di Roma
06 67294555

Commissariato Casilino Nuovo
Via delle Alzavole n.47
00169 – Roma
06 2677830

Polizia Municipale
Via Fernando Conti n.11
00133 – Roma
06 67695102

Roma, 09/02/2012

Oggetto: esposto per numerosi tentativi di furto in località Nuova Ponte di Nona

La presente quale esposto alle Autorità suesposte a seguito di numerosi tentativi di furto con scasso che accadono oramai anche in pieno giorno in località Nuova Ponte di Nona. Accade, oramai da tempo che ignoti forzano cancelli, sbarre, serrande basculanti delle autorimesse allo scopo di asportare il materiale depositato all’interno.
I cittadini sono allo stremo in quanto non passa giorno che non vi siano tentativi di furto con scasso, danni di ogni tipo alle vetture in regolare sosta, furti di vetture, motoclcli, danneggiamenti a veicoli ed a edifici. È evidente la assenza di Forze dell’Ordine che intervengono solo dopo molto tempo e comunque dopo che gli eventi criminosi sono stati compiuti mentre l’intero territorio è in balia di orde di criminali e accattoni che rubano, danneggiano, rovistano nei cassonetti e istituiscono bivacchi o accampamenti abusivi nell’area mentre la gente inerme assiste sconsolata al danno subito solo dopo una dura giornata di lavoro, tra traffico e benzina alle stelle.
Si richiede con urgenza un pattugliamento costante da parte delle Forze dell’ordine nonché un presidio permanente di Polizia o Carabineri al fine di scoraggiare malintenzionati o meglio coglierli sul fatto.
La richiesta ha carattere di urgenza poiché l’area è a rischio sicurezza per tutti.
Prego prendere in considerazione quanto nella presente segnalato.
Distinti saluti.


Il Consigliere e Tesoriere
CDQ Nuova Ponte di Nona
Dott. Francesco GARGIUOLI