martedì 17 febbraio 2009

Continuano le violazioni dei varchi ZTL

E' da circa un anno e mezzo (vedi qui la prima segnalazione) che un nostro lettore, anche con l'aiuto di questo Blog, si batte per cercare di evitare le quotidiane violazioni del varco ZTL di Via Francesco Crispi. A quanto pare il problema è lungi dall'essere risolto e decine di automobili passano ancora ogni giorno in contromano per entrare illecitamente nella Zona a Traffico Limitato, senza essere "scoperte" nè tantomeno fermate. Così come ci racconta Giovanni in questa lettera:

"Gentile Miglioraroma,
da quando il comandante del I Gruppo della Polizia Municipale, Dott. Carlo Buttarelli, è stato trasferito, l'incrocio tra via degli Artisti e via Cadore, che con un ancorchè provvisorio sistema di jersey impediva l'accesso in controsenso da Via Liguria, è tornato ad essere un crocevia di auto che a gran velocità eludono il varco alla zona ZTL. Come potete vedere dalle foto, le auto si immettono in controsenso su via degli Artisti da via Liguria e poi, a gran velocità per evitare di essere bloccate da quelle che provengono dal senso giusto, si dirigono verso via Crispi, eludendo così il varco ed entrando in ZTL senza permesso quando i varchi sono attivi.
La Polizia Municipale aveva installato all'incrocio un'isola di jersey, sicuramente provvisoria, ma piuttosto efficace (vedi qui la foto), almeno in teoria, infatti in pratica, dopo qualche giorno qualcuno ha spostato i jersey verso il bordo della strada e la Polizia Municipale, nonostante le mie sollecitazioni, non è mai intervenuta per rimetterli a posto. Ormai il punto d'accesso è ben noto ai romani furboni e non c'è alcun controllo da parte della Municipale, che peraltro neppure multa su questa strada le macchine parcheggiate sul lato sinistro, chiaramente indicato come un divieto di sosta.
Grazie, Saluti.
Giovanni.
--

Speriamo che il nuovo Comandante si adoperi al più presto per ripristinare il jersey istallato dal suo predecessore, o trovi una soluzione più efficace per risolvere il problema (forse riempire il jersey di sabbia invece che di acqua potrebbe rendere più difficoltoso il suo spostamento a mano). Per evitare i parcheggi sul lato sinistro invece si potrebbero piantare dei paletti dissuasori..


9 commenti:

Monica ha detto...

Ormai quel punto è noto a tutta Roma: prova a metterti lì il sabato pomeriggio dopo le 14:30 e guarda che girandola di passaggi. L'altra settimana un SUV si è incastrato tra due macchine proprio mentre scendeva a tutta velocità e non ti dico la soddisfazione di vederlo tornare sui suoi passi a marcia indietro.

Anonimo ha detto...

Un suggerimento, una soluzione.
Nei parcheggi dei film americani si vedono spesso che alle uscite, per evitare che i furboni entrino da lì, hanno sulla pavimentazione un dispositivo di punte inclinate che lascia indenni le auto in uscita, perforando invece i pneumatici di chi entra in senso vietato.
Chissà dove le vendono....

Ceska

Anonimo ha detto...

Considerando che gli abitanti del I municipio sono meno del 10% del totale di Roma, ma hanno "raccattato" in "vari" modi ca il 50% di (falsi) permessi disabili PENSO E RIBADISCO che NON CI SIA PIU' NIENTE DA FARE (bravo Uolter a mannà tutti affà...) in questo osceno paese di GARRULI CONNIVENTI BANANAS.
E le barre chiodate le metteri anche all'ingresso, ma senza gioia, sapendo di combattere un' inutile e incomprensibile ai più battaglia.

Il MEDIOEVO è qui.
Infestato da sorcicorrenti.

Martina ha detto...

Ceska, pensa che anche io questa soluzione l'avevo suggerita alla Municipale (se non mi difetta la memoria) perchè l'ho sempre ammirata nei parcheggi americani. Certo mettere degli spunzoni per strada sarebbe molto pericoloso per i passanti, pero' poco tempo fa ho visto che l'Ambasciata Americana (cancello di Via Boncompagni) ha un sistema simile, ma senza spunzoni, è un mezzo cilindro che ruota quando le macchine ci passano sopra nel verso corretto, altrimenti rimane alzato. Se ci riesco un giorno lo fotografo e lo posto qui.

Fabrizio (credo sia tu) la questione dei permessi non la sapevo, pero' chi entra "a sbafo" in ztl secondo me viene da tutta Roma-e provincia, non solo dal I° Municipio (che tra l'altro si trova in buona parte dentro la ZTL stessa)

non bisogna arrendersi!

Anonimo ha detto...

Ciao Martina, scusami ma
non sempre mi ricordo di firmare, perchè in genere scrivo dove sono già "loggato" (che orrore, ma dovrebbe dirsi così).

Per l'invasione di falsi permessi è proprio come dico io, anzi come ho letto non mi ricordo su quale triste statistica italiota: è proprio riferita agli abitanti del I municipio, non degli attraversanti, è ovvio.

Per il feticcio si fa questo e altro.

Anonimo ha detto...

uh, ariecco , non ho firmato, vabbè se capisce bene lo stile.
Ciao, anzi
AVe caiofabricius VALE

Miglioraroma ha detto...

si Fabrizio, non ti preoccupare per la firma (ormai ti riconosco) :-) ciao

Anonimo ha detto...

secondo me, nel mirino è ora di mettere i vigili e iniziare a pressarli. quando ti trovi ad avere a che fare con tali gesti (contromano o permesso disabile falso) non rimane che la repressione. e quest'ultima lascia molto a desiderare. avete visto spesso parcheggi su strisce blu liberi e poi macchine parcheggiate sulla fermata del bus o sulle strisce o agli incroci? perchè sulle strisce blu fanno le multe dalle altre parti no. Lanciamo una campagna per far aumentare le multe. i vigili devono fare il loro lavoro. esistono degli indirizzi email di vigili competenti per municipio? potremmo iniziare segnalando.
Ivan

Alessia (residente in zona) ha detto...

La cosa sconcertante poi è che nessuno dalla Municipale abbia trovato il tempo di venire a risistemare i jersey. C'è una tv privata che ha detto che verrà a fare delle riprese nei prossimi giorni con tutte le varie violazioni e poi chiederà appuntamento al comandante del primo gruppo per sentire la sua. Servirà a qualcosa? Ne dubito. O si muove qualche politico...