venerdì 16 maggio 2008

Basta con i pullman nel centro storico!

sopra: un pullman in manovra difficile tra via F. Crispi e Via Sistina

Un paio di giorni fa ho assistito ad un pullman che si è "incastrato" tra Via Sistina e Via Francesco Crispi. Una macchina aveva parcheggiato male e, quindi, per circa un quarto d'ora il pullman in questione (vedi foto) è rimasto all'incrocio tra le due vie, cercando di fare la curva. Chiaramente si sono create lunghe file di macchine in entrambe le vie e (visto che nessuno a Roma spegne mai il motore, in questi casi) anche una vera e propria nube tossica nell'aria!

Il Centro storico è caratterizato da strade per lo più strette ed inadatte al passaggio - ed alle manovre- di mezzi enormi come i pullman turistici. Allo stesso tempo è ben servito da autobus, taxi e metropolitane, che i turisti potrebbero utilizzare nei loro spostamenti. Come mai allora la ZTL è piena di pullman turistici?

Rutelli li aveva confinati al di fuori delle mura aureliane, Veltroni li ha fatti rientrare (previo pagamento, mi dicono, di un "obolo" al Comune), e lettera morta è rimasto l'annuncio dei giornali del Novembre scorso per cui la sua Giunta doveva dichiarare guerra ai pullman.
Il risultato è che oggi questi bestioni intasano le vie del centro a tutte le ore del giorno, generando rallentamenti del traffico, ingorghi ed enorme inquinamento (visto che fanno solo 2 km con un litro di gasolio). I soldi che il comune incassa con il pagamento dei permessi per i pullman valgono veramente a compensare tutto questo disagio da parte della città?
Dal momento che sembra che il nuovo Sindaco veda di buon occhio i tassisti, spererei, in questo caso, che prendesse al più presto una decisione che andrebbe a loro vantaggio, oltre che a favore di tutti i residenti e i commercianti: escludere tutti i pullman turistici dalla ZTL.
I turisti, visto che il centro ne è pieno, potrebbero ben utilizzare taxi, autobus, metro e (se prenderà mai il via) anche il bike sharing. O no?

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo e sottolineo anche l'incivilta' di troppi automobilisti che parcheggiano ovunque e che complicano ulteriormente la vita di tutti (e sottolineo anche il lassismo dei vigili urbani).

Martina ti ricordo pero' anche dei famigerati autobus jumbo dell'atac che Rutelli appoggio' e che s'incastravano un giorno si e l'altro pure.

Andrea Rossi

Martina ha detto...

I mezzi pubblici nel centro storico secondo me dovrebbero essere piccoli e tutti elettrici (o non inquinanti)!

a partire dai taxi e poi autobus ecc

fino ad arrivare al trasporto privato (magari ci fossero le macchine elettriche da comperare o le colonnine ad ogni parcheggio.

Poi si dovrebbe intervenire sui riscaldamenti (trasformare tutti i centralizzati -che sono spesso accesi inutilmente- in autonomi) e voilà..(credo) si tornerebbe a respirare.

Ma perchè qualcuno non ci prova?
uff..

RondoneR ha detto...

martina, cominciamo a chiudere il centro, davvero.

poi per l'elettricità (che non abbiamo grazie anche ai furbi che ora si scoprono nuclearisti) vedremo.

sarebbe già un sogno vedere solo taxi e autobus di linea in giro...

facciamo partire una raccolta firme per la nuova giunta e cerchiamo di proporre la chiusura totale del centro

Martina ha detto...

quoto, ma dobbiamo anche portare le tariffe dei taxi a dei livelli abbordabili perchè gli autobus non sono affidabili (le tempistiche di passaggio), la metro va solo in pochi posti e il bike sharing non c'è ancora (poi se devo portare pacchi o bambini o anziani non è che la bici mi risolve..)

ma tu la vedi una cosa possibile? la tendenza è quella di fare cassa dalla ZTL altrochè di limitare..entra chiunque, ormai, basta pagare.

cmq se facciamo la petizione io ci sto

Anonimo ha detto...

Se prendere il taxi costasse meno ed il servizio in generale fosse migliore la viabilita' romana nonche' la qualita' dell'aria sarebbe molto meglio, i taxi potrebbero in teoria contribuire moltissimo a rendere Roma una citta' piu' ecosostenibile e civile, questo in teoria appunto perche' in pratica i taxisti sono una minicasta chiusa e sordida appoggiata da un partito che ora e' al governo del comune, le speranze sono dunque poche.

Se le tariffe fossero piu' basse, se i taxi fossero piu' eleganti, se ci fossero piu' corsie a loro riservate, se se se...

Andrea Rossi

Camillo ha detto...

Andrea Rossi ("anonimo"?) mi pare dica cose sensate... l'autobus era incastrato e bloccava il traffico - vero. Ma era bloccato da un'auto che se ne è fregata bellamente dei divieti e che (presumo) nessuno ha sanzionato.

20 anni fa a New York c'erano dei cartelli sul divieto di sosta che dicevano " DON'T EVEN THINK ABOUT PARKING HERE... "non ci pensare neanche a parcheggiare qui"

("http://us.st11.yimg.com/us.st.yimg.com/I/rusticsigns_1998_383463099")

con l'indicazione della multa: 1.000 dollari (che nell'estate del 1987 erano circa 1.400.00 lire !!).

La progettualità nello sviluppo sostenibile è "cosa buona e giusta", ma occorre provvedere - qui ed ora - ai problemi.

Martina ha detto...

sull'eleganza e le corsie non so (a Manhattan non ci sono corsie per i taxi, ma dato che è proibito parcheggiare per strada - e li' penso che se non ti mettono in galera poco ci manca se sgarri- alla fine le strade sono tutte piene di taxi e le corsie non servono).

Sull'aumentare le multe (ma anche per chi getta rifiuti per strada, come a San Francisco= 1000 $) mi trovate completamente daccordo, io farei le multe proporzionate al tipo di vettura (in Finlandia è sul reddito se non erro, ma dato che qui è pieno di evasori io le farei sulla cilindrata della vettura: sei in divieto di sosta con una maserati nuova? 500 Euro di multa! ferrari a 250 km/hr sull'autostrada? 5000 Euro di multa!) vedi come andrebbero tutti con l'autobus!!

ciao

Martina ha detto...

Il dipartimento Mobilità del Comune di Roma ha trasmesso il mio articolo al Comune e mi hanno mandato una ricevuta:

Repertorio n. 4581
Prot. QG/2008/0017962
del 22/05/2008
Destinatario:
DIP. VII - ASSESSORE POLITICHE DELLA
MOBILITA -

Il cittadino riceverà risposta entro 30 giorni dalla data di presentazione del RECLAMO

-
Ufficio o struttura che ha ricevuto la comunicazione:
QGC - DIP. VII - UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

Nome e cognome dell'operatore che ha ricevuto la comunicazione: A. MATTEUCCI

Data di presentazione della comunicazione: 22/05/2008

Luca Sappino ha detto...

roma cambierebbe volto senza bestioni nel centro. ciò vale sia per i pullman turisti che per gli enormi autobus atac..

parte del tema, le politiche sulle infrastrutture del neosindaco alemanno, lo afforonto anche io nell'ultimo post su www.lucasappino.com


Luca

commentate, partecipate..

Eva Maria ha detto...

In effetti l'autobus era bloccato a causa di una macchina in sosta. Più che eliminare gli autobus penserei ad eliminare le macchine. Vi assicuro che per chi non è di qui ma ci vive è inconcepibile e fa a dir poco senso come certe persone accettino senza battere ciglio situazioni invivibili (traffico, mezzi perennemente in ritardo, inciviltà varie...)