giovedì 26 aprile 2007

Anche gli architetti comunali dimenticano i disabili!



Roma, Passeggiata di Ripetta.

Questa fotografia non avrebbe bisogno di commenti, pero' uno breve lo voglio mettere - anche perche' altrimenti che Blog sarebbe.

Mi piacerebbe sapere come mai e' stato deciso di istallare al centro dell'unico marciapiede di questa via, un lampione che messo cosi' impedisce alle carrozzelle dei disabili di passare, al posto per esempio di un lampione da attaccare ai muri come se ne vedono tanti a Roma.

La strada che vedete e' a senso unico, nel senso che autobus e macchine vengono da dietro rispetto alle persone che sono nella fotografia (ed essendo a 200 metri da Via del Corso, gli autobus passano spesso).

Il Signore nella foto e' disabile ed ogni pomeriggio esce di casa, per fare una passeggiata, la spesa, ecc. Praticamente il percorso fino a Piazza Augusto Imperatore -che si trova dietro l'angolo che si vede nella fotografia- lo deve fare tutto in mezzo alla strada anche perche' dato che il lampione gli impedisce di accedere al marciapiede, poi il resto delle macchine parcheggiate strette non gli permette chiaramente di risalirci, per cui e' costretto a stare sulla via percorsa dagli autobus.

Speriamo che gli autisti dell'Atac continuino a schivarlo!

3 commenti:

adgblog ha detto...

Complimenti per il sito, lodevole iniziativa: se ne dovrebbe fare uno in ogni città. Saluti da Firenze.
Roberto

Monica ha detto...

Brava Martina!! Davvero bello questo Blog. Ma io so che e' solo UNA delle tue mille splendide idee...Dovresti seriamente occuparti di Politica perche' vista l'attenzione, la cura, e il rispetto profondo che hai per la Natura e l'Umanita' tutta, potresti fare cose davvero grandiose!!
Ps. Io lo immagino il signore tuo vicino, disabile... gentile anche con l'arrogante... forse e' anche per timore che non ha chiamato i Vigili.
Davanti al mio ufficio due ragazzi trentenni (lui e lei) hanno occupato il parcheggio di un collega disabile, un'impiegata della Segreteria passando gli ha chiesto con gentilezza di spostarla, ed e' stata aggredita e sbeffeggiata dai due che comunque NON hanno tolto la macchina...Succede anche di questo ahime'...
Un caro saluto, Monica.

Martina MiglioraRoma ha detto...

Grazie ragazzi. Siete moto gentili.