domenica 29 aprile 2007

Dimmi come parcheggi e ti diro' dove sei



Il mese scorso sono stata a Parigi ed ho scattato la foto che vedete a sinistra.
A Parigi i parcheggi per le moto ed i motorini sono tutti cosi': hanno cioe' delle sbarre di metallo per legare la moto piantate per terra per ogni posto.
Sulla destra invece vedete la fotografia che ho scattato questa settimana a Via delle Quattro Fontane a Roma.
Non ci vuole un genio per capire che se i parcheggi delle moto non vengono attrezzati con sbarre come quelle che vengono usate appunto a Parigi, in una citta' come Roma, in cui scarseggiano i posti per le auto, queste ultime finiscono spesso per parcheggiare sui posti destinati alle moto.
Se il Comune vuole ridurre il numero di macchine che circolano e spingere piu' cittadini ad usare gli scooter- oltre che i mezzi pubblici- dovrebbe pensare anche a proteggere gli spazi dedicati a questi ultimi..perche' non prendere esempio da quello che fa, in questo caso, Parigi?

5 commenti:

Enrico ha detto...

Mhhh...a Roma vivete una condizione difficile... :-)

Martina ha detto...

Hai capito Enrico..per nulla semplice. Grazie della visita!

Anonimo ha detto...

Roma, Via Ostiense 131/l

Chi vi scrive è un dip.te del Comune di Roma che, per ovvie ragioni, preferisce mantenere l'anonimato.

Il Comune disse che gli enti dovevano prevedere parcheggi per dip.ti.

L'ATAC ex STA elimina in una notte quei pochi parcheggi BIANCHI (liberi).

Il Palazzo ex Armellini nella sua area vuole ben 4 euro al giorno.

L' ATAC 2,5 euro al giorno sui percheggi BLU.

Il Comune per i suoi dip.ti attraverso l'Atac 2.5 euro al giorno.

E' normale tutto ciò????

Si può investire qualcuno per risolvere il problema o si fa il solito buco nell'acqua????

Prendendo poi in considerazione che a Roma,come in tutte le città del mondo, è vietato il campeggio libero, ci si domanda come mai lungo il perimetro del cimitero Verano (via Tiburtina) sui parcheggi Blu (a pagamento)vi sono da uno a tre camper che campeggiano liberamente.

Un cittadino di Roma

Martina ha detto...

Io credo che siano assurde varie cose:
1. pretendere queste cifre per il parcheggio in un paese in cui lo stipendio medio è di 1000€ al mese (a Los Angeles, dove sono certamente piu' ricchi di noi si parcheggia per 7$ al giorno)

2. non avere parcheggi liberi ma solo a pagamento (a questo proposito ho letto della possibilità di fare ricorso se non vi sono parcheggi liberi entro una certa distanza), soprattutto quando queste due condizioni esistono in presenza di una terza, cioè l'assenza di una rete capillare -e affidiabile- di trasporto pubblico che permetta ai cittadini di rinunciare all'auto e passare al mezzo pubblico (meno inquinante, quindi preferibile).

Grazie per averci visitato ed avere apportato un contributo dall'interno del "nemico" (si fa per dire), speriamo che torni a trovarci!!

ilciano ha detto...

I problemi di Roma sono sconcertanti, pensiamo solo che i residenti devono pagare 350 euro per poter tornare a casa propria. I controlli (alias Vigili Urbani) sono inesistenti, il problema non e' solo relativo ai camper o ai motorini che occupano, ormai, un posto auto e non pagano; pensiamo a quanti posti per portatori di handicap esistono, magari occupati da macchine con due soli posti (mercedes cabrio, sportivissime) in cui non entra bene neanche una persona che deambuli correttamente.
Boh che dire, ma le istituzioni latitano.