martedì 15 luglio 2008

La scomparsa delle strisce pedonali




Nella nostra città abbiamo alcuni 'elementi' che preferiremmo non avere (come impalcature di cantieri fantasma, rifiuti per terra, strutture abbandonate, ecc.) ed altri che ogni tanto si esauriscono e non vengono ripristinati. Esempio di questi ultimi sono -spesso- le strisce pedonali. Passeggiando per il centro storico, in particolare, si può notare come la gran parte delle strisce pedonali stia inesorabilmente sparendo, senza che si veda mai nessuno fare la dovuta manutenzione. E' vero che quelle dipinte sui sampietrini si scoloriscono prima rispetto a quelle sull'asfalto, ma proprio per questo non sarebbe giusto prevedere un piano di manutenzione ad intervalli maggiormente ravvicinati?
Personalmente mi è capitato di segnalare la scomparsa delle strisce pedonali nei pressi della mia abitazione sia alla Polizia Municipale che al mio Municipio (il I°). La Municipale mi ha risposto, sempre sollecita, che la competenza è del Municipio, mentre quest'ultimo finora latita.
Sulla visibilità delle strisce pedonali ci stanno battendo in particolare a Pomezia, dove hanno avuto delle idee originali e, mi sembra, efficaci (vedi foto sopra).

11 commenti:

Ivan ha detto...

mi chiedo come è possibile che nessuno ci pensi. ma è una cosa da marziani avere un elenco di tutte le strisce pedonali ed un piano di manutenzione? e se si va in periferia la situazione è ancora più grave. nella mia zona (romanina) c'è una fermata di bus su una strada dove le macchine sfrecciano con nessuna striscia pedonale utilizzabile per attraversarla.va beh che quando ci sono non sono rispettate molto ma questa è un'altra storia.
Ma come si fa a segnalare queste cose, io a volte scrivo ma poi c'è sempre la frustrazione di nessuna risposta o risposte preconfezionate...

Anonimo ha detto...

Sai quante volte ho avuto la tentazione di ridipingermele da sola notte tempo!
Comunque se é vero che solitamente non vengono rispettate, ho notato che comunque quando gli automobilisti le vedono hanno un piccolo cedimento, per una frazione di secondo tentennano, rallentano e poi ripartono, ma magari é proprio quella piccola frazione di secondo che ti permette di lanciarti verso la sicurezza della sponda opposta.
E poi vuoi mettere con quanta più passione (motivati dall'imperiosa presenza della vernice bianca) si possono urlare insultacci da osteria agli automobilisti prepotenti!!
Ceska

Martina ha detto...

Credo che il mio prossimo suggerimento sarà quello di chiedere alla Municipale di fare una "campagna multe" per gli automobilisti ed i moticiclisti che non danno la precedenza ai pedoni (- 5 punti patente anche se non so quanto sia la multa).
Se non ci danno una mano loro, i romani (e non) non capiranno mai..

manuele ha detto...

ho visto una foto di Alemanno da giovane in cui rifaceva, insieme ad altri militanti, le strisce pedonali in una strada di Roma !
dovremmo farlo anche noi ..!

Martina ha detto...

in Italia non mettono dentro i colpevoli dei reati, ma c'è rischio che se fai una cosa del genere passi pure dei guai (visto che non sei autorizzato)..

RondoneR ha detto...

le volte in cui ho più rischiato la vita sono state quelle in cui ho litigato (lanciandomi tipo kamikaze) per la precedenza pedonale sulle zebre.

non basta ridipingerle (con quel rosso poi, te pare, sui sampietrini?)

hai ragione che tocca intervenire con forza sul trasgressore. Io gli toglierei la patente, secca. Per un po'. Solo chi va a piedi capisce cosa significa. Che ci vadano tutti.

Martina ha detto...

vi dico che a me da anche fastidio quando auto e moto non si fermano prima della striscia bianca orizzontale al semaforo..

Certi poi si mettono cosi' avanti (e in mezzo alle strisce) che non vedono piu' neanche il semaforo, per cui quando scatta il verde bloccano la fila (intelligenti eh?).

All'estero (Ingh., Usa,..) invece queste cose sono rispettate, sicuramente perchè se uno sa che c'è il vigile che ti fa una super multa (e lo fanno) non ci riprova piu'!

Qui i vigili ai semafori non capisco proprio cosa guardino (la situazione globale? mah)..

Rinascero' vigile..

Ivan ha detto...

Carina "rinascerò vigile" :-)
ma temo che qualsiasi aspirazione che ognuno di noi possa avere a far rispettare le regole, una volta entrati in un struttura come la polizia municipale sottodimensionata e con poca voglia di incentivare la repressione dei reati. dicono i vigili ma chi ce lo fa fare? rischiano di essere malmenati e non hanno appoggio.
Eppure con tutta l'illegalità che c'è in giro se si iniziassero a fare le multe si risolleverebbero i bilianci di tutte le città. aumentandone la qualità della vita.

bikecity ha detto...

A TAL PROPOSITO SEGNALO UN EVENTO
CHE HA BISOGNO DI VOI
Mobility Day. Mobilitazione cittadina per la sicurezza stradale.
Roma, sabato 20 Settembre 2008 – ore 17:00 Colosseo


DA ROMA PEDALA:
http://www.romapedala.splinder.com/post/18064430/Sabato+20+Settembre+2008+Mobil

libertyfighter ha detto...

Uff. Sono completamente contrario alle idee di "multa", "supermulta" e "multa con i fiocchi". Sono aberranti. Non guadagna soldi il pedone che ha rischiato di essere investito, tipo risarcimento. Ma le guadagna il comune. E allora a che cavolo serve? Solo a far aumentare codici codicilli e codicetti per far incassare di più. Volete la repressione dei fenomeni? Sospensione delle patenti o carcere a seconda dei reati. Ma senza multa. Che poi è assurda. Se sono Lapo Elkann posso parcheggiare sulla fontana della barcaccia. Tanto pago la multa. Ma ti pare a te?

Sulle strisce pedonali. Ho appena fatto un ricorso perché mi han multato per "sostava sulle strisce pedonali". Che però non si vedevano perché completamente scolorite...

Anonimo ha detto...

Le strisce pedonali sono importanti anche per la circolazione perchè disciplinano l'attraversamento solo nei punti stabiliti.Senza di esse la gente attraversa un po ovunque creando anche intoppi improvvisi alla circolazione. BASTA CON QUESTE STRISCE CHE DURANO 2 MESI FATTE PIU' CON ACQUA CHE CON VERNICE. E' ORA DI LAVORARE SUL SERIO.