lunedì 7 giugno 2010

Il FifaFanFest e l'invasione di Villa Borghese


sopra: il palco del Fifa Fan Fest a Villa Borghese

Chiunque visiti il parco di Villa Borghese in questi giorni non potrà non notare l'ingombrante presenza di transenne, spalti, palco da concerto e tendoni. Oltre che, per le sue vie, il muoversi frenetico di enormi ruspe ed escavatori.
Sono i preparativi per un (nuovo!) evento, il Fifa Fan Fest.
In quello che è tipicamente un parco tranquillo, in cui i bambini -ed i loro genitori- possono, nel fine settimana ma anche e soprattutto durante i giorni lavorativi, passeggiare godendo di un pò di silenzio e di aria non troppo inquinata senza doversi per forza allontanare dal centro cittadino, adesso, con il tanto atteso inizio della bella stagione e per un intero mese, non sarà più possibile passeggiare in pace.

Verrà infatti allestita un’area di intrattenimento, con una capienza massima di 20 mila persone, all’interno di Piazza di Siena, nel cuore del parco. L’evento sarà aperto al pubblico (dalle 10 della mattina fino alle 2 di notte!), con la possibilità di assistere a tutte le partite della Coppa del Mondo FIFA 2010 SudAfrica trasmesse in diretta e visibili attraverso un maxi schermo (qui più informazioni).

Speriamo solo che, nonostante il passaggio di questi migliaia di tifosi, dal 12 Luglio il parco venga restituito ai cittadini come era prima (incluse le sue Vie di solito chiuse al traffico, ma che in questi giorni sono state ridipinte con strisce gialle "da parcheggio" (vedi foto sotto).


sopra: via della Casina di Raffaello con i nuovi parcheggi

3 commenti:

Monica ha detto...

E' veramente incredibile aver trasformato una delle poche aree verdi del centro di Roma in una specie di stadio per appassionati di calcio. L'iniziativa non è sbagliata, ma avrebbe dovuto essere concentrata fuori dal centro, già congestionato da pullman che non dovrebbero avervi accesso, da camion che scaricano in orari proibiti sotto l'occhio noncurante dei vigili, da milioni di macchine. Siamo di fatto privati del parco per un mese e possiamo ragionevolmente attenderci che venga ampiamente sporcato e deturpato (vedi nasi rotti delle statue al Pincio). E' un progetto folle, questo, al quale forse bisognerebbe ribellarsi tutti insieme, con un esposto prima e poi con un'azione giudiziale: il parco è un bene comune, la sua occupazione e devastazione è un danno diretto alla comunità, e quindi a ciascuno di noi.

Martina ha detto...

se verrà danneggiato ci muoveremo per le vie legali, grazie del commento Monica!

Giovanni A. ha detto...

Monica ha ragione. E' veramente sconcertante organizzare in un parco come Villa Borghese qualcosa del genere. Accidenti, che gli tocca fare per farsi rieleggere. Questo va contro ogni logica ecologista ed è un precedente pericoloso. Miglioraroma, attivati per una raccolta firme e porta questo problema all'attenzione dei giornali.