mercoledì 3 febbraio 2010

Nuove ordinanze antidegrado: chi le farà rispettare?


Da Repubblica di oggi apprendo che il Sindaco vuole emanare tre ordinanze per risolvere il problema della pulizia in città:

"Una contro il volantinaggio, una contro i writer e una, di più ampio respiro, sul decoro urbano in cui dovrebbe essere previsto anche il divieto di gettare cartacce per strada. Compresi i mozziconi di sigaretta..."

Purtroppo mi sembra che questa sia semplicemente una manovra pubblicitaria del Sindaco, visto che volantinaggio, sporcare i muri e gettare cartacce e mozziconi di sigarette per strada sono tutte cose GIA' VIETATE in città (e sanzionabili).
In particolare un vigile mi ha raccontato recentemente che la sanzione per chi getta un mozzicone di sigaretta per terra, in centro storico è (da tempo) pari a 100 euro!
Peccato che non ci sia nessun agente della Polizia Municipale che faccia rispettare questi divieti, incluso quello di volantinaggio, dove, anche nel caso non si riescano a cogliere sul fatto i volantinatori, c'è sempre un committente individuabile dal volantino stesso (quello che si fa pubblicità sul volantino, chiaramente).
Chi farà quindi rispettare queste nuove ordinanze? Come si puniranno i volantini sulle macchine?
I posacenere davanti ai negozi invece mi sembrano una buon'idea, spero però che li facciano pagare ai negozianti (e non a noi contribuenti) dal momento che in genere sono i negozianti stessi che sporcano gettando i mozziconi di sigaretta davanti al loro negozio.

17 commenti:

ZonaLais ha detto...

Hanno dimenticato le agenzie immobiliari che ci ammorbano con i loro cartelli ovunque.

Martina ha detto...

se è per questo anche trasportatori, ripulitori di cantine, ristoranti, ..privati cittadini..TUTTI si fanno pubblicità ovunque (sia illecito!) e nessuno viene punito!!

Anonimo ha detto...

speriamo che servano a rendere questa città più vivibile, civile ed europea!
manuele

Matteo Barboni ha detto...

A me interessano solo i risultati, non le ordinanze, e i risultati sono, almeno nel mio quartiere, che siamo invasi da cartelloni pubblicitari, legali e illegali, in ogni dove.

C'è un politico del PDL (mai sentito nominare) che sembra essersene fatto installare uno personale in viale Angelico, visto che il suo bel faccione sta sempre li da quando è spuntato, qualche mese fa, questo enorme cartellone...non oso pensare a cosa succederà tra poco, quando saremo vicini alle elezioni.

Martina hai preparato macchina fotografica e webcam ? Perché quest'anno immagino che, pure essendo noi avvezzi, rimarremo "stupiti" da tanta creatività :-)

Ciao

Riprendiamoci Roma ha detto...

C'è un solo modo di sconfiggere i writers: obbligare ogni condominio e ogni esercizio commerciale a ripulire e a tenere puliti i propri muri e le proprie saracinesche. Una bella campagna informativa sui prodotti protettivi antigraffiti. Visto che spendiamo milioni di soldi pubblici per iniziative ridicole e simboliche sull'"educazione giovanile", iniziative che non funzionano visto quello che continuano a partorire. Spendiamo soldi per pubblicizzare questi prodotti. Quindi offriamo sgravi fiscali a chi volesse usarli sui propri muri e sulle saracinesche dei propri negozi. Tempo 6 mesi e tutti dovranno avere muri e saracinesche puliti, a proprie spese. Se ti becco con il muro o con la saracinesca sporca, mando l'AMA a ripulire casa tua e poi ti chiedo il conto. Così si fa, e pazienza se è una misura impopolare (noi 'ste cose le facciamo aggratis e possiamo assicurare che non costano tanto).

Il problema delle affissioni abusive si risolve trattando le superfici maggiormente coinvolte (pali della luce, semafori, cartelli stardali, contatori acea e telecom, ecc) con prodotti antiadesivi e antiaffissioni, come la vernice granulare o simili. Predisponendo bacheche (decorose) nelle strade principali in cui ognuno può inserire, gratuitamente, la propria pubblicità. Una volta ridotto il numero delle affissioni abusive sarà più facile multare chi sgarra.

Il problema della monnezza in centro si risolve ricorrendo alla raccolta pneumatica.

Martina ha detto...

Infatti, Matteo, queste tre ordinanze fanno ridere se si pensa allo scempio della città che fanno i politici in occasione delle elezioni!

Piu' che webcam prepariamo qualcosa che li possa ...oscurare! perchè se aspettiamo i Vigili..

Martina ha detto...

Riprendiamoci:

allora esiste già un obbligo a ripulire il proprio condominio/muro ecc ma il problema è sempre quello (della giustizia che non funziona) nessuno fa rispettare la norma.

Bacheche per i cartelloni ci sono ma evidentemente i ns signori politici non ne hanno mai abbastanza. L'unico modo è che gli ELETTORI si RIFIUTINO di votare chi sporca la città. (Io l'ho fatto alle passate elezioni) e poi comunichino al partito preferito (email, lettera, ecc): "io non ti voto perchè sporchi la mia città!"

La raccolta pneumatica cos'è?

Le soluzioni che proponi tu sono buone ma per un paese piu' civile. Qui manca la volontà politica di affrontarle..(se Alemanno imbrattando Roma è diventato sindaco, poi..)

Riprendiamoci Roma ha detto...

Magari esiste una legge, ma suppongo che non esista un regolamento comunale o se esiste è possibile che sia superato o inattuabile per qualche motivo. Bisognerebbe riscriverne uno aggiornato, che inserisca anche l'obbligo, per ogni ristrutturazione a carico del comune o del privato, di utilizzare protettivi antigraffiti. Quanto alle bacheche, io intendevo quelle per gli avvisi di vendita delle agenzie immobiliari, che ora come ora non esistono.

Anonimo ha detto...

Inasprire le pene e' giusto ma siccome siamo in Italia allora sappiamo gia' che tanto nessuno le fara' rispettare come giustamente ha evidenziato Martina, gia' qualche anno fa il Sindaco Veltroni inaspri' le sanzioni e dichiaro' di aver preposto dei certificatori dell'Ama al controllo, non li ho mai visti e sono quasi sicuro che non li vedro' nemmeno ora.

La democrazia e' una gran bella cosa ma ha i suoi difetti, uno di questi e' la demagogia dei politici, se infatti e' sacrosanto punire chi sbaglia e' anche vero che i cittadini maleducati sono tanti e che soprattutto votano, ne consegue che il multarli comporta perdita di popolarita' e quindi di consenso (e' un discorso un po' lungo ma facilmente intuibile...).

La doppia fila scandalosamente tollerata e' un esempio lampante della sudditanza dei politici ai tanti automobilisti incivili ed alle varie lobbies dei commercianti.


Andrea Rossi

p.s.: fosse per me quegli incivili che ad esempio rendono vergognosa la metro B li manderei ai lavori forzati.

Martina ha detto...

Si ma anche in USA, Germania, UK hanno la democrazia ma allora come mai li' le regole le fanno rispettare?

Non è che è la democrazia che non funziona Andrea, qui da noi è la "Giustizia" che ha un po' troppe falle..

Anonimo ha detto...

Martina scrive:

"Si ma anche in USA, Germania, UK hanno la democrazia ma allora come mai li' le regole le fanno rispettare?"

Si e' vero, ma anche li' c'e' sempre il risvolto della medaglia, ad esempio negli Usa sono rigidissimi contro l'evasione fiscale ma non di certo perche' sono buoni ma piuttosto per finanziare le piu' potenti forze armate del pianeta terra...

"Non è che è la democrazia che non funziona Andrea, qui da noi è la "Giustizia" che ha un po' troppe falle.."

Anche questo e' vero, ci sono tantissime democrazie e quella nostrana ha piu' difetti delle altre...

Tuttavia cara Martina e' vero anche che in democrazia tutto e' piu' lento (nel bene e nel male), per ogni provvedimento c'e' sempre qualche categoria o lobby che protesta, che manifesta, che sciopera etc etc (giustamente o meno).

Comunque l'altro giorno ho preso la metro B, una cosa indegna, tutti i vagoni ricoperti dalle "opere" dei writers, da dentro non si leggeva nemmeno la stazione, ma costa cosi' tanto videosorvegliare i vagoni ? Possibile poi che questi vandali non li becchino mai ???

Buonanotte..

---------------------

Martina ha detto...

vero Andrea, pero' non è solo per finanziare le guerre che i Paesi sono piu' rigidi..perchè in tanti altri c'è piu' rispetto delle regole piu' pulizia, piu' attenzione su tante cose e non solo negli USA. Ma poi basta salire nelle nostre regioni del Nord (Trentino, Alto adige, ecc) per riposarsi gli occhi (ed infatti li' non si considerano italiani)

mah..

speriamo in un futuro migliore :-)

Anonimo ha detto...

copio ed incollo da un sito politico di lavoratori che sparano a zero contro la sindacalista polverini.
Non credo abbiano molto torto

Anonimo ha detto...

buona lettura:


ARROMA nel febbraio 2010
NOI .... GAI
Gruppo Autoferrotranvieri Incaz...mi
Dobbiamo segnalare una certa gestione del personale dell'azienda capitolina di
traporto che ha dello scandaloso.
Da quando la fusione delle aziende trambus ed atac hanno partorito l'ennesimo
sgorbio romaniko, una azienda fatta di soli dirigenti - se ne contano dai
trecentocinquanta ai quattrocento - moltissimi senza ufficio e senza mansione se
non quella del ... 27 , LO STIPENDIO !!!! E KE STIPENDI!!!!
E SENZA - PRATICAMENTE - FARE UN KA..!!!
Siamo costretti ad evidenziare il solito obbrobrio nella gestione del personale,
particolarmente quello di guida.
Iniziamo col prendere in considerazione i lavoratori tra i più tartassati e con
minore tutela, ovvero - i nuovi assunti,
ANCORA OGGI vengono utilizzate figure di lavoratori (autisti) che vengono
assunti con formule assurde, di COMODO e TRUFFALDINE::::
MA DOV'E' IL COSIDDETTO MINISTERO DEL LAVORO??????????????
DOVE SONO CONTROLLI ANTI-SFRUTTAMENTO???
SE NON SI E' GAY - NEGRI - O EXTRAKOMMUNITARI -
NON SI HANNO TUTELE????????????
che senso ha assumere personale con tanto di titoli di guida ed annessi
specialistici ::: PATENTI KKKKK_DDDD_EEEE e relatici CCCCQQQQCCCC
che costano un occhio - oggi superano i 3-4000€ !!!!!! per andare a lavorare a
meno di 1000€ al mese e fare una quantità di straordinari che superano
abbondantemete il tetto delle ore imposto da quel
lercioso contratto- capestro imposto ai nuovi assunti??
NON CI SONO SOLDI SE NON PER GLI INUTILI E STRAPAGATI
DIRIGGENTI -- OGGI, NELLA NOVELLA ATAC, SE NE POSSONO CONTARE
UNO OGNI 20 DIPENDENTI!!
VERGOGNOSISSIMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! SIGNOR SINDAKO ALE'''!!!!
Poi abbiamo la gestione CRIMINALE di coloro che non stanno più in salute, gli
inidonei, che vengono ghettizzati e confinati nel loro Limbo, stanno
perennemente in malattia, a carico del SSN solo perchè alcuni diriggenti non
vogliono utilizzarli nonostante esistano centinaia di posti dove potrebbero essere
re-impiegati, molti di questi sono in condizioni economiche molto critiche -
autenticamente disastrose visto che dopo sei mesi di malattia vanno a
MEZZA-PAGA; DISGRAZIATI CORNUTI E MAZZIATI !!
ma a nessuno fotte nulla!! GASATELI!!!!! Almeno non soffrono !!!!
Lo faceva anche baffetto, ma alcuni amministratori sono anche peggiori!!!
SIGNOR SINDAKO ALE'''!!!! MA 'NDO STAIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!
E tutto questo è ampiamente provato e documentato dal fatto che moltissimi
autisti vengono utilizzati in mansioni diverse della guida, fanno turni interi o a
straordinario con ritmi altissimi, sempre impiegati in mansioni diverse dalla guida,
mansioni che potrebbero essere coperte da molti inidonei; ci sono prove di
addirittura di decine di ore di straordinario giornaliero, corrisposte con una
semplice firma del preposto sull'apposito elenco matricola, per coprire carenze
strutturali in alcuni settori; il tutto viene sapientemente alterato e camuffato
con una parolina magica che chiamasi: MANOVRA!!!! Sfruttando tale parolina
questa cerchia ristretta di fortunati e fortunosi 'colleghi' possono oggi
sfruttare a loro tornaconto una situazione molto favorevole, incassando ottimi
stipendi - anche oltre i 2500€ - mese - e possiamo dire - sulla pelle di coloro che
stanno male ; "colleghi" che possono definirsi autentici avvoltoi, a loro va il
nostro più sentito disprezzo; a loro e a quei dirigenti che legittimano con il loro
menefreghismo questo stato di cose, auguriamo i peggiori mali che possano
esistere sulla terra! Unitamente a quelle schiere di sindacalisti che assistono
senza prendere posizione alcuna, c'è da capirli, ne va delle loro future carriere!!
Non vediamo l'ora, a molti dei personaggi qui trattati, di poter far loro visita in
qualche Camera di Rianimazione!!
G_ruppo A_utoferrotranvieri I_ncazzatissimi

Anonimo ha detto...

...ma per i writers, perche' non tassare direttamente l'acquisto della bomboletta (come si fa per scaricare il "costo sociale" per i carburanti e le sigarette)? Vogliono tassare le memory card, i DVD, per dare soldi alla SIAE... e beh, allora tassiamo pure 'ste bombolette spray! Con i soldi del balzello si fa un bel "Fondo Vittime dei Writers" e amen...

A questo aggiungerei anche una impopolare (ma necessaria) multa per il "porto ingiustificato di bomboletta spray".

Se poi non funziona... beh, appelliamoci al fatto che nelle bombolette spray c'e' CFC e altre sostanze tossiche e speriamo che, come lo Skifidol, le tolgano dal commercio.

Martina ha detto...

concordo su tutto, certo poi il prolema rimane sempre lo stesso: non c'è nessuna certezza della pena, o almeno di qualcuno che elevi le contravvenzioni (e che il loro importo sia tale da scoraggiare una seconda infrazione uguale)...

giulia anita ha detto...

Se scegliessero almeno materiali eco-compatibili!...ma c'è solo spreco di carta e di alberi!