giovedì 17 dicembre 2009

Caro Sindaco, per Natale..


Caro Sindaco per Natale vorrei:

1. Un centro con meno automobili e nessun pullman
2. Un semaforo tra Piazza Venezia e Via Cesare Battisti
3. Il ripitturamento di tutte le strisce pedonali di Roma
4. L'eliminazione dei sacchi di rifiuti dalle strade
5. La multa di 1000 euro a chi getta sigarette o carte o altro per terra
6. L'installazione di aree gioco pubbliche per i bambini in ogni parco di Roma (e nei quartieri laddove non vi siano parchi)
7. Un bike sharing con più punti e integrato con le stazioni della metropolitana come a Parigi
8. Più piste ciclabili, la possibilità per le biciclette di andare in contromano e di salire ogni giorno su un vagone della metro A e B
9. Una moratoria delle affissioni pre-post elettorali (almeno quelle illegali! e anche da parte Sua)
10. Gli autovelox in città.

Grazie.

15 commenti:

Ivan ha detto...

11. Qualche multa per le macchine in divieto, in doppia fila, sui marciapiedi, sulle rampe per disabili, sulle fermate dei bus.

un attimino dottò, la sposto subito.

Martina ha detto...

vero vero..ho dimenticato. Bene suggerite pure l'allungamento della lista e poi invio al Sindaco :-)

grazie Ivan

Massimo Cocuzza ha detto...

Ottima lista, Marti; io proporrei anche di cominciare a fare multe a chi usa il clacson per futili motivi e anche a quei motorini o moto che superano i decibel previsti dalla legge; lotta al rumore!!!

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo tutto, in particolare sottolineo l'augurio di estendere il bike-sharing a tutta la citta'.

L'unico dubbio riguarda la proposta di permettere alle bici di andare contromano, non e' pericoloso ?

Comunque buon natale a tutti.

Andrea Rossi

Martina ha detto...

Andrea, anche io quando non andavo in bici criticavo il contromano, mentre adesso ho notato che - in assenza di piste ciclabili- a Roma è veramente l'unica possibilità di non essere investiti.Chiaro non stai in mezzo alla strada ma a destra. E vedi in anticipo le macchine che arrivano e viceversa. Ecco perchè alcune città (piu' evolute di noi in questo ed altro) nel Nord Italia lo usano già.

Buone Feste!

Max, il rumore ok ma nella lista del degrado è per me una delle ultime cose..vogliamo parlare di chi tiene accesa la macchina in sosta per scaldarsi o raffreddarsi (invece di entrare in un negozio magari o vestirsi di piu) o solo perchè non gliene importa nulla che chi cammina si respiri i suoi fumi nocivi??
Che schifo.

Anonimo ha detto...

MIGLIAIA DI CARTELLONI IN POCHI GIORNI: L'assalto malavitoso al Territorio con la devastazione di piazze, parchi, architetture della città. Altissimi ricavi privati su spazi pubblici SENZA PAGARE TASSE E CONCESSIONI: un vero PIZZO coattivo a tutti i Romani.
( Facilitato da nuovo regolamento compiacente, quindi forse non del tutto esatto parlare di "abusivismo")

AVe caiofabricus VALE

bikecity ha detto...

per la mobilita' ciclabile io aggiungerei gli utilissimi, sicuri e a costo zero marciapiedi (dorsali),ovviamente, quelli poco usati dai pedoni... a Roma sono molti.........qualche euro per la vernice e via !!!!

Martina ha detto...

che cosa vuol dire dorsali, bikecity?

I marciapiedi ciclopedonali, sisi chiaro, all'inizio mi erano sembrati una presa in giro (ma..e la pista ciclabile??) pero' visto che a Roma sembra che manchino soldi per qualunque cosa allora si' ai marciapiedi ciclopedonali, sempre meglio che andare per strada (e rischiare la vita visto come guidano i romani!!)

Martina ha detto...

sulle affissioni ho scritto tanto..sto iniziando a convincermi che dovrei andare in giro con una spatola e anche un bel pennarellone (almeno sui poster abusivi ci potrei scrivere cosa penso) ma..e i volantini sulle macchine?

Chissà Roma quanti alberi uccide in questo modo..secondo me varie foreste l'anno.

Rhoikos ha detto...

Cara Martina,
ora bisognerà vedere come funzionerà questa storia della raccolta differenziata porta a porta. Io sinceramente trovo scomodissimo che nel centro storico bisogna attenersi alle ristrettissime fasce orarie di passaggio dei mezzi AMA.

Aggiungerei quindi:
12. Possibilità per i condominii di chiedere la collocazione dei bidoni per carta, plastica e vetro anche direttamente negli spazi condominiali.

Martina ha detto...

purchè gli spazi condominiali siano accessibili agli operatori. Nel mio condominio infatti li hanno posizionati dentro al portone dell'ingresso e prima si un secondo cancelletto, insomma uno spazio accessibile agli operatori senza chiavi, pero' anche li' spesso si riempiono oltremisura e lo spettacolo non è bello da vedere.
Poi anche i giorni di raccolta sono pochi, per esempio la carta me la devo tenere in casa una settimana intera..e se uno ha una casa piccola..insomma c'è un po' di sacrificio da fare.
Il caos pero' arrivera' con l'umido..vedremo.
ciao e grazie del commento.

Rhoikos ha detto...

Infatti scrivevo "possibilità di chiedere" i bidoni aggiuntivi. Poi se ci sono condominii masochisti peggio per loro. :-)

Anonimo ha detto...

Complimenti per il bel blog, faccio ammenda non lo conoscevo.
Condivido i punti, mi piace anche l'estrema gentilezza con cui li chiedi ( forse influisce anche l'aria simpatica che hai ) a differnza di altri blog che se non minacciano e offendono non sono contenti .
Pablito

Martina ha detto...

Grazie Pablito,

anche tu sei molto gentile.
Torna a trovarmi(ci)

Buon Anno,

Martina

Anonimo ha detto...

ma siete ubriachi? se non usi la moto o lo scooter come nel terzo mondo, a roma non vai da nessuna parte. i mezzi pubblici fanno schifo e non miglioreranno mai. inoltre proprio perché quasi terzo mondo, ( lo posso dire perché vivo molto tempo a lima che è alla fine solo un poco peggio ) il clacson è fondamentale agli incroci e simili per capire chi otterrà la precedenza. badate non quella prevista dal codice, ma quella che si prende il più prepotente. è triste ma è così, roma non è londra o berlino. e poi anche lì non tutto è perfetto. sembrate quasi rosiconi che c'è gente che non prende i mezzi pubblici,rilassatevi e godetevi un bel sorpasso contromano. o non avete le palle per guidare così?