domenica 24 giugno 2012

Atac/Trambus: mezzi in sosta con il motore acceso: cosa fare?

Foto da Flickr

Ne avevamo già parlato anni fa, ma il problema sembra persistere. Ho infatti ricevuto in copia una lettera da un lettore amministratore di un condominio che chiede all'Atac che i suoi autisti spengano il motore al Capolinea (dal momento - aggiungo- che è la legge, che in quel modo si inquina inutilmente e che il loro rifornimento grava sui contribuenti).
L'Atac ha confermato per iscritto che al capolinea i suoi mezzi devono restare accesi per tre minuti per ricaricare i compressori però oltre quel tempo devono attenersi al Codice della Strada e spegnere il motore, essendo in sosta. 
Quindi se notate un mezzo dell'Atac (Trambus) con il motore acceso per più di tre minuti, oltre a farlo notare al conduttore - se ve la sentite- quello che potete fare è scrivere ad Atac la seguente lettera, completandola con alcune informazioni quali giorno, numero del bus, capolinea della linea.. ed orario esatto. Sarebbe anche da mandare in copia alla Polizia Municipale (la cui posta elettronica però da un po' di tempo non funziona più!) perchè dovrebbero essere loro a fare rispettare il Codice della Strada.

A: rapporti.clientela@atac.roma.it, clienti@atac.roma.it, vincenzo.sacca@atac.roma.it, poliziamunicipale@comune.roma.it

Testo (riempite con le vostre informazioni al posto dei puntini):

"Gentili Signori,

Vi scrivo per segnalarvi che il giorno ........alle ore.....il Vostro autobus con numero di matricola........della linea...... ha tenuto il motore acceso in sosta presso.. (indirizzo o fermata del bus o capolinea della linea in via...) per ...(quanti minuti), contravvenendo così al Codice della Strada oltre che creando inquinamento aggiuntivo di cui noi ed i nostri bambini non abbiamo proprio bisogno, in questa città.

Vi preghiamo di effettuare le opportune verifiche e di istruire il Vostro autista affinché spenga sempre  il motore quando è in sosta, come prescrive il Codice della Strada.

La nostra città è troppo inquinata ed i rifornimenti troppo costosi per permettere simili comportamenti. E' giusto che tutti ci impegniamo a ridurre smog e consumi e la flotta dei mezzi pubblici deve fare la sua parte, oltre che dare a tutti il buon esempio.

Vi ringrazio ed in attesa di un Vostro cortese riscontro Vi porgo

Cordiali saluti,

(nome, cognome)

5 commenti:

Nicola ha detto...

Diciamo che tre minuti diventano anche dieci e, in questi giorni di calura con la finestra lasciata aperta per respirare un po' di fresco la notte, non è piacevole rimanere svegli dalle 5:30 perché si sente il rombo dei motori degli autobus!

parfums ha detto...

so beautiful post, love it

MiglioraRoma ha detto...

Il Direttore del Servizio Clienti ha risposto, ieri, all'Amministratore di Condominio:



Gentile signor Critelli,

rispondo alla Sua e-mail nella quale ripropone il disagio causato dallo stazionamento dei bus con il motore acceso al capolinea di piazza dei Tribuni. Il problema così come riferito, tramite Lei, da un Suo condomino, certo non rientra nei tempi tecnici previsti dal regolamento aziendale.
Abbiamo chiesto ai nostri Ispettori di effettuare controlli presso il capolinea in questione, per verificare il rispetto delle regole.
Abbiamo anche interessato la società Roma TPL, che gestisce alcune delle linee che stazionano nel capolinea indicato, perché sensibilizzi i conducenti a tenere un comportamento corretto e rispettoso.
Torni pure a scrivermi nuovamente se non vedrà miglioramenti.


La saluto cordialmente.


FV/am 166296

Il Direttore
Vincenzo Saccà

Atac Spa
Direzione Customer Care/Assistenza Clienti
Rapporti con la Clientela

Nicola ha detto...

Allora aspettiamo e vediamo se cambierà qualcosa anche negli altri capolinea.

sempreappiedato atac ha detto...

Spesso è inutile tentare un qualsiasi reclamo, l’atac riesce a filtrare le lamentele e non fa’ certo un servizio utile alla cittadinanza, quindi, siamo costretti spesso a rivolgerci alle cosiddette ‘istituzioni’: assessorati o assoc. utenti, ecc. sperando che qualcuno smuova qualche dirigente aziendale dal suo letargo.

ecco l’ennesima segnalazione che abbiamo inoltrato poco tempo fa,
speriamo non rimanga lettera morta come spesso accade…
================================
periferia nord di roma
linea 302 – zona castel giubileo

si deve constatare che la deviazione di questa linea è datata da qualche settimana (non percorre più via grottazzolina ma effettua medesimo itinerario linea 334 -) nelle corse provenienti da Via Flaminia, ma nonostante ciò alcuni autisti spesso tirano dritto per il vecchio percorso infischiandosene dei passeggeri che sono presenti alle fermate sulla deviazione prevista e che rimangono in attesa altri 40 minuti prima di prendere il successivo mezzo della stessa linea.
Non pare corretto che l’azienda consenta ed ignori tutto ciò, con i suoi sistemi di controllo dovrebbe avvedersi che alcuni autisti fanno come gli pare, in particolare, quando portano
dei colleghi su via salaria per far prendere loro i mezzi del cotral per recarsi fuori roma, pur di sbrigarsi e non far perdere quelle corriere, questi autisti tagliano dritto sul vecchio percorso di via grottazzolina e lasciano a terra gli utenti alle fermate previste sulla deviazione in via di castelgiubileo.
Non si capisce perchè venga permesso e concesso tutto ciò, possibile che l’atac non si accorga di nulla?