giovedì 6 agosto 2009

Una lettera di lamentele per l'Atac


Ricevo e pubblico:

"Gent.ma Martina,
ti invio questa lettera che ho spedito all'Atac (ancora senza risposta), per il fatto descritto accadutomi, nell'augurare a me e a tutti i romani che non si ripetano questi comportamenti pericolosi, arroganti ed ingiriuriosi.
Nell'episodio a me accaduto, l'autista si è permesso di offendermi, e questo fatto è passibile di denuncia, ma il mio intento è quello di evitare che riaccada, facendo riflettere autisti ed utenti e (magari!!) risvegliare un pò di senso civico.
Ciao e grazie.

Spett.le Amministratore Delegato ATAC
Via Ostiense, 131L - 0154 Roma 06/ 46952087

Spett.le Ufficio Relazioni con il pubblico ATAC
via Ostiense, 131l - 00154 ROMA 06/ 46952087

Egregi Sigg.ri

Vi scrivo per segnalarvi l’episodio accaduto in data 3 agosto 2009, con l’autista del bus n. 4153 – linea 160- con partenza prevista alle ore 7.10 da piazzale Rufino, ma ritardata.

Per tutto il tragitto che ho fatto, l’autista ha condotto il mezzo molto velocemente, facendo le curve così veloci che il mezzo si inclinava pericolosamente da un lato o dall’altro, frenando bruscamente all’ultimo minuto, e tentando di passare con il semaforo arancione.

Giunti alla fermata in via Petroselli, una signora ha regolarmente prenotato la fermata in Piazza Campidoglio, dove dovevamo scendere in tre.

L’autista ha rallentato ma non si è fermato, ha proseguito, ed in seguito alle nostre richieste verbali di effettuare la fermata, ci ha comunicato che non aveva sentito.

Ha rallentato (come per farci scendere, vista la sua colpa) subito dopo il Campidoglio, ma non si è fermato, proseguendo per Piazza Venezia ed infine via del Corso.

Alla mia protesta, adducendo che dal momento che la fermata era stata prenotata, si sarebbe potuto accostare e farci scendere, l’autista ha ribadito che non ha sentito. Ho risposto che la riprova del fatto era la luce di richiesta fermata che stava lampeggiando.

Giunti alla successiva fermata, in via del Corso, l’autista ha fermato il mezzo ed aperto le porte, ed in quel mentre si è permesso di offendermi davanti agli utenti presenti chiamandomi “bugiarda”.

Spero vivamente che vorrete riprendere questo tipo di comportamenti, invitando gli autisti ad essere più prudenti nella guida ma soprattutto nel rispetto delle persone.

A disposizione, invio distinti saluti.

(lettera firmata)

-


Non ci sono parole..


15 commenti:

Anonimo ha detto...

Anche a me e' successo di assistere ad episodi del genere, a volte gli autisti viaggiano a velocita' da formula 1, altre volte invece vanno a 10 km orari (forse per non dover fare un'altra corsa...).

Purtroppo all'interno dell'Atac cosi' come in molte altre aziende pubbliche ci sono persone che andrebbero licenziate in tronco e che invece continuano indisturbati a rubare soldi alla collettivita'.

La lettera che hai mandato all'Atac non sortira' purtroppo nessunissimo effetto e questo lo so per certo poiche' ho diversi amici che lavorano all'Atac.

p.s.: spezzo una lancia a favore degli autisti perbene; ricordiamo sempre che fanno un lavoro molto stressante e che spesso sono loro le vittime della maleducazione dei passeggeri.

Andrea Rossi

ciccia ha detto...

anch'io (sono l'autrice della lettera) spezzo una lancia in favore di QUALCUNO, proprio ieri sulla linea 46 un autista si è preso a cuore una giapponese che doveva andare al gemelli e non parlava italiano, affidandola perfino ad un'altra utente che doveva scendere nello stesso punto, e ringraziando quest'ultima di averlo aiutato!!
Però purtroppo, tante volte mi sono successi casi spiacevoli, per cui alla fine mi sono decisa a scrivere...

Paola ha detto...

Hai qualche testikone? perchè non lo denunci subito?

Anna ha detto...

Oggi ne ho visto uno che a una velocità simile passava un rosso parlando al telefonino. Ma dove assume sta gente l'ATAC? Tra gli ex detenuti?

Anonimo ha detto...

x Anna

Ti chiedi dove assuma l'Atac il personale, ebbene ti rassicuro, l'Atac non assume il personale nelle carceri ma nelle famiglie dei suoi dipendenti, mi spiego meglio: all'Atac c'e' un nepotismo che farebbe impallidire i Borbone, ci sono intere dinastie che si susseguono

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

volevo segnalarvi uno spiacevole incidente accaduto il 27 9 2010 alla fermata di acilia,il treno delle 21 11 è arrivato in stazione alle 21 20 con mio disappunto guardando il display che segna l orario inprecavo tra me e me. subito dopo mi siedevo nel secondo vagone ma a distanza di qualche secondo entrava un uomo come una furia indicandomi con il dito alzato ed insultandomi mi diceva che non dovevo permettermi di dire a lui i morti. dopo 3/ 4 secondi di sorpresa tra me ed il resto dei passeggeri(pensavo fosse il solito matto che gira per le stazioni)capivo con grande sorpresa che era il macchinista del treno.alla mia risposta,ma ti sei impazzito? andava su tutte le furie e continuando ad alzare la voce mi spingeva all interno del vagone..riuscito ad uscire dal vagone vedo arrivare un sergente dei carabinieri e tre addetti alla stazione(capostazione inclusa)gli intimano di farla finita ma lui ancora più forte comincia ad urlare dicendomi di scendere al capolineadi (porta san paolo) per regolare tra me e lui l accaduto.a fatica i suoi colleghi lo rimettono sul treno e gli fanno riprendere il servizio, io venivo invitato dal sergente dei cc a mostrargli un documento(ed a perdere il treno) spiegandogli l accaduto, e resosi conto,mi chiedeva se volevo denunciare il macchinista,al mio rifiuto invitava la capostazione a chiamarlo ed a intimargli di farla finita.io prendevo il treno successivo e scendevo a magliana per poi proseguire,onde evitare di incontrarlo. mi chiedo ma che sicurezza ed incolumità ci può essere,quando a guidare un treno c è un macchinista in quelle condizioni? sono a disposizione dell atac per ogni chiarimento,spero vivamente che prendano dei provvedimenti e logicamente aspetto una risposta! pongo i miei più cordiali saluti speranado che certe situzioni non si ripetano!!!

Anonimo ha detto...

Ho sempre rispettato gli autisti gentili e servizievoli perchè ne esistono, ma quello che mi è capitato stamattina mi ha spinto a scrivere questa mail per denunciare l'autista del 175 che stamattina 04 ottobre 2010 alle ore 06:56 mi ha lasciata a piedi non fermandosi alla fermata nonostante la mia richiesta (tra le altre cose...dove sta scritto che devo alzare la mano per far fermare un autobus?????)
La cosa più spiacevole, a parte arrivare con 40 minuti di ritardo in ufficio è che sono incinta....mi chiedo...dove cavolo è finita l'umanità???
Avrei voluto scrivere una lettera di reclamo all'ATAC ma, vivendo in questa Italietta fatta di nepotismo and co so già che verrebbe cestinata direttamente senza alcun minimo riscontro...quindi, agli autisti che rispettano i passeggeri va tutta la mia stima, a questo barbaro pilota di formula uno (visto la velociotà a cui viaggiava!!) va solo la mia amarezza e anche un sincero VAFFA!!!
Anna76

Martina ha detto...

Cara Anna,

mi dispiace per quanto ti é successo, io però ti consiglio di scrivere all'Atac (clienti@atac.roma.it se non erro) con gli estremi dell'accaduto dove ti tovavi e l'orario, perché l'Atac non credo legga questo post e la tua lamentela rimarrebbe inascoltata.
Non disperare mai, é un'Italia fatta anche di nepotismi ma il ycittadino può fare..se segui il blog infatti avrai visto che qualcosa siamo riusciti anche a fare dal basso (talvolta basta tempo e tenacia) ciao!
In bocca al lupo per la gravidanza (se hai tempo guarda il mio blog mammainrete :-)


Ciao

armando ha detto...

Io Abito a Campo Ascolano, una frazione di Pomezia, a 11 Km da Ostia... Lo schifo IMMANE sono i Bus di linea adibit al tragitto C.Ascolano/Ostia Lido... E, in più dobbiamo vedere scene di merda come questa che ho ripreso IO col mio cellulare.... Riprende l'autista della linea 07, alle ore 09,00 che si fa.... "accarezzare" da un prostituta.... Ho postato il video in YouTube... Guardatelo e dite cosa ne pensate.....
.
http://www.youtube.com/watch?v=L_JmWVdeYGg

Anonimo ha detto...

Oh aspetado quasi 1 hora il 88 con direzione labIa y mai e arrivato la gente lavora oggi e sabato25 agosto que vergogna

Anonimo ha detto...

Questi poveri invalidi quando si recano per le visite non riescono a parcheggiare nei loro spazi riservati perchè occupati da auto con contrassegni falsi o di parenti, dette persone sono Medici Infermieri ecc, questo nell'ospedale sant'Andrea, abbiamo avvisato anche i vigili ma loro al''interno se ne fregano date una mano a questa povera gente.sectiyr Folla

Anonimo ha detto...

salve sono un ragazzo rumeno e abitto a roma da più di 6 anni e o una storia da racontare.ultimamente vengo sempre ofeso da gli conducenti de bus come per exempio 16 messi fa un autista del 777 non mia permeso di salire sula vetura perché il mio abonamento non ave tutti gli dati richiesti e mi a ofesso con delle parole brutisime e da allora ogni volta che lui e di turno e mi vede nelle fermata del bus da solo non se ferma e io facio sempre finta di niente.due messi fa un altro conducente de la linea del 508 che stava con la vetura ferma a capo linea di ponte mamolo come una persona educata o chiesto se gentilmente mi poteva dire quanto ci mancava fino alla partenza del autobus la suo risposta e stata ,,non me rompe le palle non vedi che sto scrive un mesagio" poi me dice di andare a quel paese e fotermi con mia madre e in seguito me da una spinta,io lascio perde e vado via da li,non fa niente passa anche questo.ma la cosa più strana e stata ieri il 20 giunio qundo verso le 19 e 40 minute vado a prendere la metro e vengo avisato che la metro andava solo fino a basilica san paolo e poi da castro pretorio verso rebibia.verso le 20 e 30 minuti arivo a castro pretorio entro ala metro e mi metto in atesa dela metro come tuti gli alti viageatori qundo a un certo punto vedo gli adeti a la sicureza e gli vada a chiedere che cosa e succeso e uno di loro mi rispondi,,si e butato un altro sotto la metro" in seguito io dico a voce basa ,,ma perché non se ne andato a impica almeno cosi non creava alcun disagio ale persone che stano tornando da lavoro"in seguito mi si avicina uno degli adeti ala sicureza mi spinge contro il muro e inizia a minacearme a morte a iniziato a dirmi,,che te buto de soto zingaro de merda,che te rimpo quel cervelo del cazo con le palotole de la mia pistola,se meti un altra volta ii piedi qua io te le taglio,e tante altre cose del genere" a quel punto o deto ma che stai a fa lo rasista con me e lui mi a risposto ,,no sto fa il nasista e gli nasisti non scherza"o cercato di andare su e chema la polizia ma il suo colega non me la permeso e mi a spinto verso la metro che nel fra tempo era arivata.so salito su la metro con la speranza che a ponte mamolo dove io scendo sempre per prendere l'autobus avrei trovato qualcuno a qui rivolgermi, ma per la mia sfortuna ce stava sollo una siniora che quando a sentito la mia lamentela e rimasta blocata l'unica cosa che mia a detto e stata quela di andare sul sitto di atac e fare un reclamo.queste sono 3 dele cose più grave per me che mi sono mai potute acadere in sei anni da quando sto a roma, in sei anni che pago regulare il abonamento dei servizi publici ,sono 4 anni che lavoro ne'lo stesso posto.e per la prima volta che vengo minaciato da una persona in divisa.questo e tutto non so proprio che altro dire sono scocato anche io .vi o racontatto tutto questo con la speranza che qualcuno lo lega e facea qualcusa con queste persone.grazie

Anonimo ha detto...

Ancora il pallino che gli autisti sono raccomandati, mo basta... è stato raccomandato personale amministrativo (2000 euro al mese per fare le fotocopie) e non personale di guida... se l'avessero fatto ci sarebbe un bus ogni 3 minuti e l'azienda non sarebbe in deficit finanziario. Autisti corridori? Si pretende che si facciano corse di 15 km in 20 minuti, per il fatto che il bilancio a fine anno viene fatto in base ai km percorsi e non alla qualità del servizio prestato. I turni dei conducenti sono massacranti (in media sono di 6 ore e se ci sono corse da 20 minuti quante corse deve fare in 6 ore?) Se andasse piano piano accumulerebbe ritardo su ritardo e deve subirsi le lamentele e gli insulti di chi aspetta oltre 20 minuti. accontentatevi di quello che c'è, perché se licenziassero tutti gli autisti perché dite che si comportano male non ci sarebbe più servizio di trasporto pubblico.

Anonimo ha detto...

Sono un disabile che si sposta in carrozzina e non ne posso più di questa categoria.
Appena vedono la carrozzina nel migliore dei casi "tirano dritto" per non faticare a far manovra, i volenterosi hanno i mezzi guasti e poi ci sono i molti, ma dico molto meschini, che mettendo in evidenza la loro estrazione sociale non perdono occasione per insultare della serie:handicappato del caxxo devi stare a casa...., questi ultimi non devono ne essere licenziati ne rispediti alle carceri continuerebbero a gravare sulla comunità. In tutto ciò l'Azienda èassente e gli onesti pagano la condizione. Scusate lo sfogo e l'ortografia sono esasperato

Martina ha detto...

E' assurdo quello che le accade. Se risuccede prenda se riesce la targa del mezzo, il numero del bus e l'ora in cui accade e dove e faccia una denuncia.
Non bisogna fargliela passare liscia a questi maleducati.